Massacrata dalla critica con toni quasi comici, fin dal primo episodio, la saga di Cinquanta sfumature continua ad essere ma molto amata dal pubblico italiano. L’esordio del terzo ed ultimo capitolo della storia, Cinquanta sfumature di rosso, ha sostanzialmente ripetuto gli esiti del precedente episodio, Cinquanta sfumature di nero, uscito esattamente un anno fa. Lanciato con 720 copie, il nuovo film ha incassato in un solo giorno 1,4 milioni di euro, richiamando in sala 186 mila spettatori, più della metà di tutti coloro che nella giornata di ieri si sono recati al cinema. Insomma, come già accaduto in passato, la saga pseudoerotica tratta dai romanzi di E.L.James in Italia, a differenza del resto del mondo, sembra destinata a scalare i primissimi posti del box office stagionale.

L’arrivo del film fenomeno non ha tuttavia penalizzato più di tanto il campione di incassi della scorsa settimana, The Post, che giovedì 8 febbraio, ha incassato 133 mila euro perdendo solo il 22% rispetto alla giornata d’esordio. Il film di Spielberg ha fatto meglio di Ore 15:17 – Attacco al treno, che nel primo giorno di programmazione ha totalizzato 124 mila euro con 400 copie. Molto più indietro l’altra novità I primitivi, che ha esordito incassando 22 mila euro per 252 schermi, ma presumibilmente, come tutti i film per famiglia, migliorerà di molto la propria performance dei festivi. Da segnalare, infine, la buona partenza, rispetto al numero delle copie in programmazione, solo 21, di The Party, che ha esordito incassando poco meno di 7 mila euro.

Hai letto questo?  BOX OFFICE: LA RIVINCITA DI "YOUTH - LA GIOVINEZZA", GIÀ OLTRE I 2 MILIONI E MEZZO DI EURO