PETS - VITA DA ANIMALI: LA RECENSIONE

PETS - VITA DA ANIMALI: LA RECENSIONE

Tra gag cinefile, scene concitate a tutta velocità e una banda di animali “fuorilegge” nel film riconosciamo subito la cifra stilistica di Chris Renaud, qui coadiuvato da Yarrow Cheney

Nascosta alla società degli uomini, vivacissima prospera quella degli animali domestici. Quando i padroni non ci sono, cani, gatti e compagnia bella fanno comunella, tra amicizie, amori e scontri, feste e divertimenti vari. Max vive in pace coccolato dalla giovane Kate, almeno finché non irrompe in casa il cagnone Duke adottato da un canile. Ebbene sì, la gelosia è proprio un brutto sentimento, ma ancor più brutta sarà la vita fuori dell'appartamento, tra accalappiacani assatanati e, nei sotterranei della metropoli, una inquietante banda di animali “fuorilegge” e pericolosi, capitanata dal terribile coniglio Nevosetto.

Tanti personaggi per altrettanti caratteri sagomati al limite della caricatura grottesca (anche nella grafica) e in preda sovente di una frenesia persin folle, scene concitate a tutta velocità e infarcite di gag anche cinefile (ad esempio si cita il «nessuno è perfetto» da A qualcuno piace caldo di Billy Wilder, ma anche Gli uccelli di Hitchcook): riconosciamo in Pets la consueta cifra stilistica di Chris Renaud (i due Cattivissimo me e i Minions), qui coadiuvato da Yarrow Cheney (animatore-scenografo dei citati, più regista in proprio di qualche corto), ma soprattutto la furba produzione di uno dei boss dell'animazione come Chris Meledandri. Il problema del film – per me – semmai è che, a differenza della Pixar assai più ambiziosa nella ricerca di contenuti e di originalità, qui non si va oltre alla ultradinamicità e all'umorismo farsesco un po' fini a se stessi. Cioè si ride (più di una volta, va concesso) in totale rilassatezza senza alcun rischio di trovare alcunché fuori norma, per uno spettacolo che inizia, scorre e finisce lì senza lasciare tracce di riflessione postuma. Indubbiamente finché va bene va bene (come si dice), però ormai il mondo dei cartoons (computerizzati o meno) copre una così larga fetta di mercato che forse sarebbe lecito auspicare anche qualche ambizione artistica in più.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Ciak Magazine

Caratteri rimanenti: 1500

Ultime news

CIAK INFINITY: SCARICATE QUI IL NUOVO NUMERO DI DICEMBRE

News

04/12/16

CIAK INFINITY: SCARICATE QUI IL NUOVO NUMERO DI DICEMBRE

IL NOIR IN FESTIVAL RIPARTE DA COMO E MILANO: IL PROGRAMMA DELLA NUOVA EDIZIONE

News

04/12/16

IL NOIR IN FESTIVAL RIPARTE DA COMO E MILANO: IL PROGRAMMA DELLA NUOVA EDIZIONE

Saviano, Carofiglio, Lucarelli tra gli scrittori ospiti, "Blood Father" con Mel Gibson e la nuova regia di Claudio Amendola tra i film

ROMAFICTIONFEST, IL FESTIVAL DELLE SERIE TV: TUTTE LE ANTEPRIME IN PROGRAMMA

News

03/12/16

ROMAFICTIONFEST, IL FESTIVAL DELLE SERIE TV: TUTTE LE ANTEPRIME IN PROGRAMMA

Dieci titoli in concorso, due anteprime mondiali e una ricca sezione per ragazzi: ecco cosa vedremo dal 7 all'11 dicembre

Recensioni