J.K. SIMMONS

L'INCREDIBILE TRASFORMAZIONE DI J.K. SIMMONS

L'attore si è sottoposto ad allenamenti durissimi per "Justice League" ma è solo l'ultimo dei divi che hanno cambiato il loro corpo per un film

Volete avere un'immagine concreta di cosa voglia dire essere disposti a tutto per il proprio lavoro? Allora non perdetevi le ultime foto di J.K. Simmons.

L'attore si è sottoposto ad allenamenti durissimi per splasmare il proprio corpo in vista del suo prossimo ruolo. Simmons interpreterà il Commisario Gordon in Justice League di Zac Snyder. Per l'occasione quindi sono state necessarie ore di fatica in palestra che hanno portato a dei risultati a dir poco sbalorditivi.

La trasformazione è incredibile se si pensa che Simmons ha 61 anni, come ha ricordato su Instagram il suo preparatore atletico Aaron Williamson. Ma il vincitore di un Premio Oscar, come miglior attore per Whiplash, è solo l'ultimo di una lunga schiera di colleghi che hanno cambiato il loro aspetto in modo radicale per esigenze di copione.

I casi più emblematici sono rappresentati da Christian Bale e Jared Leto. Il primo si ridusse pelle e ossa per L’uomo senza sonno mentre in American Hustle si mostrò con un fisico particolamente appesantito. Questi cambiamenti drastici hanno però influito negativamente sulla sua salute, spingendolo poco tempo fa ad abbandonare il ruolo da protagonista nel biopic su Enzo Ferrari di Michael Mann. Ma anche Leto ci stupirà nei panni di Joker in Suicide Squad, dopo aver già ha dato prova della sua capacità si sacrificio arrivando a guadagnare 30 kg per interpretare l'assassino di John Lennon nel film Chapter 27 per poi diventare scheletrico sul set di Dallas Buyers Club. Nello stesso film anche Matthew McConaughey disse addio al fisico da sex symbol: perse moltissimi chili ma ottenne la giusta attenzione da parte della critica che per il ruolo del malato di AIDS, Ron Woodroof, gli assegnò un Academy Award.

Imbruttirsi sembra essere il modo perfetto per conquistare la giuria come ha dimostrato anche Charlize Theron vincitrice di una statuetta con Monster nel 2004, in cui appariva ingrassata di 15 chili. La star sudafricana deve avere seguito l'esempio di Renée Zellweger che per entrare nell'immaginario collettivo come Bridget Jones sacrificò la sua silhouette longilinea. Dopo di lei è stato il turno di Anne Hathaway e Natalie Portman apparse invece magrissime rispettivamente ne Les Misérables e Il cigno nero. Ma alle donne è richiesto soprattutto di apparire bellissime, ecco perché spesso sono i colleghi maschi a stravolgere la loro immagine come hanno fatto Matt Damon, grasso e fuori forma in The Informant!, e Chris Pratt diventato un super palestrato per essere Star - Lord ne I guardiani della Galassia. Questi miracoli estetici ci hanno lasciati sbalorditi ma anche con un dubbio: è tutto frutto di un'enorme forza di volontà o anche di qualche contratto milionario?

Commenti

Condividi le tue opinioni su Ciak Magazine

Caratteri rimanenti: 1500

Ultime news

BERTOLUCCI RISPONDE ALLE POLEMICHE SULLA SCENA DI STUPRO DI "ULTIMO TANGO A PARIGI"

News

06/12/16

BERTOLUCCI RISPONDE ALLE POLEMICHE SULLA SCENA DI STUPRO DI "ULTIMO TANGO A PARIGI"

Dopo la rivolta delle stars di Hollywood, il regista fuga ogni fraintendimento: Maria Schneider sapeva della sequenza di sodomia, ma non del particolare del burro

CIAK INFINITY: SCARICATE QUI IL NUOVO NUMERO DI DICEMBRE

News

04/12/16

CIAK INFINITY: SCARICATE QUI IL NUOVO NUMERO DI DICEMBRE

IL NOIR IN FESTIVAL RIPARTE DA COMO E MILANO: IL PROGRAMMA DELLA NUOVA EDIZIONE

News

04/12/16

IL NOIR IN FESTIVAL RIPARTE DA COMO E MILANO: IL PROGRAMMA DELLA NUOVA EDIZIONE

Saviano, Carofiglio, Lucarelli tra gli scrittori ospiti, "Blood Father" con Mel Gibson e la nuova regia di Claudio Amendola tra i film

Recensioni