5 COSE CHE NON SAPETE DI TOM HANKS

La Festa del Cinema di Roma è iniziata nel grigio della pioggia romana e della triste notizia della scomparsa di Dario Fo. Ma a portare un po’ d’allegria ci ha pensato il mitico Tom Hanks, salito sul palco per ritirare il premio alla carriera, e protagonista di un avvincente incontro con il pubblico. Conosciamo – cinematograficamente parlando – Hanks dagli anni Ottanta, e lo abbiamo visto interpretare iconici ruoli, due dei quali l’hanno portato a vincere il premio Oscar come Miglior Attore, per due anni di seguito: nel 1994 per Philadelphia e nel 1995 per Forrest Gump.

Hanks è stato un soldato, un astronauta, un naufrago, un pilota, un amante romantico, un cow boy giocattolo (è lui la voce di Woody nella versione originale di Toy Story), un malato terminale, un professore e tanto altro. Soprattutto è stato compagno dei nostri anni di cinema, e tutti i cinefili sentono in qualche modo di conoscerlo.

Ci sono però cose che prima di oggi non sapevamo:

1. Tom Hanks adora fare voci buffe e imitazioni. Parlando con i giornalisti italiani Hanks non si è limitato alle solite frasi di convenienza. Oltre a «ciaooo», «buonaseraaaa», si è lasciato andare all’imitazione di quello che secondo lui è il giornalista italiano tipo, che parla esattamente con i toni e la cadenza dei malavitosi di origine napoletana in tutti i film americani che possono venirvi in mente. Si è espresso con cadenza russa, e ci ha riproposto la sua versione di Clint Eastwood sul set di Sully: voce roca e bassissima, occhi stretti, poche parole, molti gesti. E così per tutti i registi che cita, da Demme a Zemickis, passando per “Steve”, che sarebbe Spielberg.

2. Avrebbe voluto essere più volte “cattivo” ma è convinto che i ruoli da cattivi siano spesso mal scritti e stereotipati.

3. Passa i pomeriggi sdraiato nel pavimento di casa a disegnare con le nipotine Olivia Jane (5 anni) e Charlotte Bryant (3 anni), figlie di Colin, anche lui attore.

4. Vorrebbe lavorare con Roberto Benigni: «sono sicuro sarebbe molto divertente».

5.Le riprese di Cast Away sono state sospese per un anno e mezzo per permettere a lui di perdere più di 25 chili e a Zemeckis di girare un altro film.

Maria Laura Ramello