5 COSE CHE NON SAPETE SU VIGGO MORTENSEN

È vero, il ruolo per cui viene spesso ricordato è quello Aragorn nella trilogia de Il signore degli anelli, ma Viggo Mortensen nella sua carriera ha collezionato tante altre interpretazioni fenomenali. Una fra tutte, a dimostrare che non esistono piccoli ruoli, quella del malavitoso portoricano in sedia a rotelle, che cerca di “vendere” Al Pacino alle autorità in Carlito’s Way, capolavoro di Brian De Palma.

Oggi Viggo Mortensen ha 58 anni e i capelli grigi, corti e ordinati. Al Festival di Roma è venuto a presentare Captain Fantastic, piccolo gioiello indipendente, in sala dal 7 dicembre grazie a Good Films.

All’Incontro Ravvicinato di cui è stato protagonista, abbiamo potuto scoprire qualcosa in più sul suo canto.

Ecco quindi le cinque cose che non sapevate su Viggo Mortensen >>

1.     Proprio in questo periodo avrebbe dovuto essere sul set del suo primo film da regista, ma alla fine ha perso i finanziamenti: «Non li ho persi, nel senso che non so dove li abbia messi, ma a un certo punto i finanziatori non c’erano più, e con loro i soldi. Io non sono povero, ma non ho una cifra tale da mettere a disposizione, perciò per ora non farò il regista.»

La seconda cosa che non sapete su Viggo Mortensen >>

2.     Non ha un ruolo preferito. «Mi innamoro allo stesso modo e profondamente di tutti i personaggi che interpreto. Per un attore ogni ruolo è importante, e si ha la sensazione che il film possa dipendere proprio dalla tua performance. Per me, quando apro un copione e inizio a studiare per una parte, la prima domanda è: cosa succede prima di pag 1?»

La terza cosa che non sapete su Viggo Mortensen >>

3.     Siamo tutti artisti. «Non credo nella distinzione tra artista e non artista. Siamo tutti artisti e per me essere artista significa essere presenti.»

La quarta cosa che non sapete su Viggo Mortensen >>

4.     Era molto timido. «Ho impiegato anni per essere capace di parlare in pubblico. Quando ero giovane l’idea di essere famoso non faceva affatto parte della mia vita, ero timidissimo. Poi ho iniziato a chiedermi come facessero gli attori ad essere così coinvolgenti, a farmi provare sentimenti solamente guardandoli. E ho voluto provare.»

La quinta cosa che non sapete su Viggo Mortensen >>

5.     Non voleva accettare il ruolo di Aragorn ne Il signore degli anelli. «Mi hanno chiamato mentre stavano già girando, e mi hanno chiesto di sostituire un attore. Sarei dovuto partire subito per la Nuova Zelanda e il ruolo mi avrebbe impegnato per più di un anno. Ho detto che non mi sentivo pronto, non avevo nemmeno letto il libro, e poi ho riattaccato il telefono. Mio figlio all’epoca aveva 11 anni, abbiamo iniziato a parlare di quello che era appena successo, e quando gli ho detto il ruolo che mi avevano chiesto di interpretare ne è rimasto entusiasta. Lui aveva letto Il signore degli anelli e sarebbe stato felicissimo di vedermi in quella parte. Così ci ho riflettuto ancora un po’ e alla fine ho accettato. Devo dire che una delle cose che mi hanno convinto è stata la possibilità di poter andare al cinema insieme a mio figlio, e vedere insieme il film a cui avevo preso parte.»

Maria Laura Ramello