NATALE DA “HARRY POTTER”: 5 LUOGHI “BABBANI” DA VISITARE PER LE FESTE

La magia di Harry Potter è legata a molti luoghi “babbani”, dove non esistono incantesimi, pozioni o partite di quidditch. Eppure hanno un legame fortissimo con J.K. Rowling, la scrittrice che ha creato il maghetto e che da poco è tornata al cinema come sceneggiatrice del prequel Animali fantastici e dove trovarli (tratto dall’omonimo libro di testo edito da Salani).

Abbiamo selezionato cinque tappe, in giro per il mondo, in occasione dell’arrivo sul canale Studio Universal della puntata speciale del programma A noi piace corto (stasera, 19 dicembre, alle ore 20.40), dedicato all’esperienza di Cinemaster, un concorso per giovani registi italiani che ormai da 18 anni premia un talento in erba con un master di 2 settimane a Hollywood. Il vincitore di quest’anno, il 24enne romano Matteo Gentiloni, ha sbaragliato la concorrenza con il corto La banda del catering. Cosa ha a che vedere tutto questo con il bambino sopravvissuto? Semplice: uno dei luoghi cult che ha ospitato l’evento a Los Angeles è proprio il primo della nostra lista, agli Universal Studios, ‘The Wizarding World of Harry Potter’, un parco a tema dedicato al maghetto. Ecco perché è in cima alla top 5 per veri appassionati…

UNO. The Wizarding World of Harry Potter (Los Angeles):

The wizarding world of Harry Potter, negli Universal Studios di Hollywood a Los Angeles (www.universalstudioshollywood.com/harrypotter/), è un’esperienza, quindi molto più di un parco a tema perché permette il ‘forbidden journey’ ossia un vero e proprio viaggio in 3D sulla Nimbus 2000, sfrecciando a tutta velocità alla ricerca del boccino d’oro sul campo da Quidditch. E mentre gli amanti delle montagne russe possono fare un giro sull’ippogrifo, i golosi hanno una tappa fissa al negozio di Zonko. Passeggiando per Diagon Alley – rigorosamente innevata – c’è Olivander, l’ufficiale benvenuto a maghi e streghe in erba prima dell’ingresso a Hogwarts: tra i suoi scaffali si trova la bacchetta pronta a “scegliere” il suo proprietario. Il vero must? La burrobirra! Disponibile in tre versione e nell’apposito boccale, è la bevanda preferita di Harry, Ron ed Hermione ai Tre manici di scopa.

DUE. Libreria Lello (Porto):

La scrittrice J.K. Rowling ha vissuto in Portogallo per svariati mesi, dove ha insegnato inglese agli stranieri. Durante quel periodo di transizione ha iniziato ad avere le prime suggestioni per creare Harry Potter. La Libreria Lello nella città di Porto (www.livrarialello.pt/en/) ha ispirato le biblioteche del mondo magico, con le sue scale incantevoli e le atmosfere suggestive. Oggi ospita i libri della saga, ma anche tanti gadget e curiosità sul mondo magico.

TRE. The Elephant House (Edimburgo):

Squattrinata e mamma single, J.K. Rowling passava intere giornate in questo pub della sua città natale, Edimburgo: The Elephant House (www.elephanthouse.biz/), con il suo stile sobrio e familiare, è stata a lungo il nido in cui la scrittrice si rifugiava per scrivere i capitoli di Harry Potter su suggerimento della sorella. Senza uno sbocco professionale, si è fatta coraggio inseguendo un sogno che sembrava impossibile e che invece, anche a quasi 20 anni dalla sua genesi, continua a coinvolgere milioni e milioni di lettori in tutto il mondo. È il posto ideale per sorseggiare un thè e un caffè immaginando in quale tavolino la scrittrice si trovasse quando ha dato vita all’Ordine della Fenice, ai Doni della morte e agli infiniti dettagli del mondo magico.

QUATTRO. Warner Bros. Studio Tour London – The Making of Harry Potter (Londra):

I film di Harry Potter e la pellicola Animali fantastici e dove trovarli sono stati girati qui, ai Leveasden Studios, un po’ fuori Londra, che oggi ospitano un parco a tema molto singolare, il Warner Bros. Studio Tour London – The Making of Harry Potter (www.wbstudiotour.co.uk). Si può gironzolare nella cucina dei Weasley, ammirare la Sala Grande e sbirciare dietro le quinte di tutti i reparti, dal trucco agli effetti speciali, che hanno dato vita alla magia sul grande schermo. La foto davanti a Pivet Drive, civette incluse, è un must.

CINQUE. The Jacobite (da Fort William):

La vera locomotiva usata per l’Hogwarts Express si trova ai Leavesden Studios di Londra ma la tratta del treno che si vede nei film è quella antichissima di The Jacobite (www.westcoastrailways.co.uk/jacobite/jacobite-steam-train-details.cfm), un treno a vapore che percorre varie distanze a partire da Fort William e che immerge il passeggero nei paesaggi incantevoli della Scozia, tra ponti mozzafiato e laghetti cristallini. Attenti alle cioccorane…

Alessandra De Tommasi

Guardali tutti nella gallery!