“FOREVER YOUNG”: I ”NUOVI GIOVANI” DI FAUSTO BRIZZI

Abbiamo incontrato i ”Peter Pan” protagonisti di Forever Young, la nuova (e generazionale) commedia di Fausto Brizzi, in sala dal 10 marzo!

Forever_Young
Teo Teocoli e Stefano Fresi

C’è Franco, un settantenne avvocato appassionato di sport che, tra una corsa e l’altra, coinvolge nelle imprese sportive anche suo genero Lorenzo con problemi di peso e di pigrizia; poi c’è Giorgio, cinquantenne che ”se la fa” con una ventenne, tradendola però con una della sua età, che come lui conosce le hit anni ’80 ed ha una splendida cagnona labrador. E, ancora, troviamo Angela, estetista alle porte dei 50 che si impelaga in una relazione con il ventenne figlio dell’amica Sonia. Un turbinio di personaggi, convinti di essere (per sempre) giovani, che rifiutano l’idea di maturare. Tutti, dunque, come racconta Fausto Brizzi nella sua nuova commedia, prendendo in prestito un celebre (e malinconico) brano, Forever Young. Gli eterni Peter Pan del film (e la cinematografia spessissimo ha messo al centro delle sue storie protagonisti immaturi, da Young Adult di Jason Reitman ad Alta Fedeltà di Stephen Frears e, per certi versi, anche Amici Miei di Monicelli), divertenti, coinvolgenti e sì, anche latentemente miserabili, hanno il volto (d’eccezione) di Fabrizio Bentivoglio, Lorenza Indovina, Sabrina Ferilli, Luisa Ranieri, Lillo Petrolo, Claudia Zanella, Teo Teocoli e Stefano Fresi.

Pilar Fogliati, Fabrizio Bentivoglio e Lorenza Indovina
Pilar Fogliati, Fabrizio Bentivoglio e Lorenza Indovina

Â«È il film più cattivo che ho fatto, e questo grazie alla sceneggiatura di Marco Martani e Edoardo Falcone. Se fosse stato per me, sarebbe filato tutto liscio… », racconta Fausto Brizzi. Perché nella sua commedia i protagonisti sono assolutamente riconoscibili: quella miriade e sempre più crescente fetta di popolazione – che ha superato gli anta – alla prese con un’irrefrenabile voglia di restare giovani, costi quel che costi. E, al centro della chiacchierata con i protagonisti del film, non poteva non esserci proprio il fatidico dilemma: che rapporto hanno, loro, con l’età che avanza? «Io? Non mi sento affatto una forever young, faccio cose normalissime! », dichiara la bravissima Lorenza Indovina. Scherza, invece, Lillo: «Mi viene naturale essere un immaturo, quindi la parte è calzata alla perfezione ». E, allora, interviene Brizzi: «Infatti la casa di Lillo che vedete nel film è la mia: pienissima di cose, diciamo, immature ». «Sto benissimo nei miei 42 anni… », conferma Stefano Fresi. Mentre Francesco Solo, fenomeno del web qui al suo primo film, dice che: «Ho paura degli over alle prese con le nuove tecnologie, alcune volte ne abusa. Per esemio mia madre manda su whatsapp dei rimproveri vocali lunghissimi ». Allora, lo riprende Fresi: «Beato te! Almeno li puoi mettere stop, io il rimprovero lo sentivo fino allo schiaffo finale! ». Invece, Teo Teocoli, ci racconta come vive i suoi 71 anni: «Sono il più vecchio del gruppo, il mio lavoro mi tiene giovane, dopo tutto quello che ho fatto e vissuto, diciamo che sono ”forever” e basta ».

Da destra a sinistra: Teocoli, Sole, Fresi, Caserio, Bentivoglio, Brizzi, Lillo, Indovina, Fogliati
Da destra a sinistra: Teocoli, Sole, Fresi, Caserio, Bentivoglio, Brizzi, Lillo, Indovina, Fogliati

Da Fausto Brizzi, arriva una nota sulla situazione del cinema italiano, in quanto Forever Young arriva in un periodo in cui la qualità in sala non manca: «Al cinema, ora ci sono tanti film ottimi. E, per fare un buon film, la cosa fondamentale è la sceneggiatura, il copione. Senza una buona idea l’opera è incompiuta ». «Con Forever Young racconto un fenomeno trasversale, perché vedo che i ruoli all’interno della famiglia sono ormai stravolti. I nonni, nel termine più classico, si stanno estinguendo ». Quindi, controbatte, Teocoli: «Non è vero! Gli anziani, almeno a Milano, fanno una vita tranquilla. Passeggiano, stanno con i nipoti. Hanno le loro tradizioni, con i loden, i rennini… ». E quindi arriva la chiosa di Fresi, divertente ma un filo amara, proprio come i personaggi del film: «Certo, loro hanno la pensione… ».

Damiano Panattoni

 GUARDA IL TRAILER DI FOREVER YOUNG!