AL PACINO E JOHN CAZALE, FRATELLI CORLEONE ANCHE OLTRE IL SET

Al Pacino e John Cazale, storia di un’amicizia nata dalle origini italiane, i set condivisi, l’ammirazione reciproca. «Io sono il tuo fratello maggiore, Mike», risuonano ancora le parole che Cazale, nei panni di Fredo Corleone, disse a Michael Corleone interpretato da Al Pacino in Il Padrino. E Al Pacino lo considerava davvero un fratello maggiore, un amico a cui chiedere aiuto, «era il mio compagno di recitazione ideale, avrei voluto recitare con lui sempre, per tutta la vita». Sfortunatamente John Cazale morì prima del tempo, ma ebbero modo di lavorare insieme, oltre che in Il padrino, anche in Quel pomeriggio di un giorno da cani di Sidney Lumet (1975). In fin dei conti Cazale recitò solo in cinque film, ma tutti da premio Oscar. 

«Ho imparato tutto da John Cazale», ha sempre detto Al Pacino ricordando il suo maestro come una persona con un grande senso della realtà, che riusciva davvero a immedesimarsi nella persona da interpretare diventando quella persona. «John aveva quella capacità di penetrare le cose che non sapevi mai quando iniziava e quando finiva la recitazione con lui. Ci portava in un posto in cui veramente parlavamo tra noi di dolore, di cose che erano davvero lì, davvero in noi, era un processo… Non posso neanche chiamarla improvvisazione», spiega Al Pacino descrivendo l’esperienza del set che diventava realtà con un Cazale alla ricerca di quella linea che lo congiungeva direttamente al suo personaggio. «John è cresciuto nel suo ruolo, è diventato sempre di più, e non si è mai fermato, era infinito. Questo è quello che mi ha insegnato».