Alden Ehrenreich torna a parlare del flop di “Solo” e dà la colpa ai giornalisti

Alden Ehrenreich è tornato a parlare dello scarso successo di Solo: A Star Wars Story, accusando i media.

Alden Ehrenreich è assente dal grande schermo da un po’ di tempo. Infatti, dopo l’uscita di Solo: A Star Wars Story, Ehrenreich che interpretava il protagonista Han Solo, si è allontanato dai riflettori. In una recente intervista con Total Film, l’attore ha dichiarato di pensare che i media abbiano distorto i numeri relativi agli incassi per far apparire Solo un fallimento più di quanto in realtà non fosse. Al momento Alden è felicissimo di vedere che la reputazione del film sia migliorata con gli anni anche grazie a Disney+.

“Avrebbe bisogno di una seconda possibilità e cosi è al momento grazie alla piattaforma streaming. Per me significa davvero molto ed è meraviglioso, specialmente con i bambini, che ne sono entusiasti.”

Tornando a parlare dei giornalisti:

“Il film non ha fatto il successo degli altri Star Wars, ma in generale è andato comunque bene. Il problema è l’essere diventato un caso mediatico, ma sappiamo come vanno queste cose: al giorno d’oggi o si celebra o si distrugge nel giornalismo, e penso che tutto ciò sia davvero pericoloso, specialmente quando riguarda cose che contano davvero.”