American Horror Story 6: Ryan Murphy spiega come Roanoke si collegherà a Freak Show

E’ ormai risaputa l’intenzione di Ryan Murphy di collegare le diverse stagioni di American Horror Story al di là della loro impostazione antologica: ogni anno, a partire soprattutto da Freak Show, ci sono stati svelati soprattutto macrolegami come la fatale sventura che condusse Pepper (Naomi Grossman) tra i cancelli di Asylum, il modo in cui Elsa Mars (Jessica Lange) conobbe i sordidi orrori del dottor Arden (James Cromwell), l’intervento del primo terrificante inquilino di Murder House sulla Contessa (Lady Gaga) di Hotel, e così via. Ora che sono passate appena due settimane dall’inizio della sesta stagione, il creatore di Horror Story ha confermato che anche quest’anno scopriremo un altro particolare che tornerà a collegare il nuovo tema di Roanoke alle vicende del vecchio Freak Show.

Dopo i parallelismi e soprattutto i continui omaggi a Murder House – la coppia di infermiere, la casa infestata, e non ultimo la presenza di una creatura dall’aspetto suino – Murphy promette che verrà spiegata l’origine di uno dei personaggi della quarta stagione.

“Spiegheremo l’origine della famiglia Mott, il che è divertente”. Ricordete tutti che Gloria e Dandy Mott erano gli spettatori più bislacchi del Freak Show, per il quale Dandy, folle figlio viziato della stravagante ma raffinata Gloria, sviluppò un’ossessione malata. Rispettivamente interpretati da Frances Conroy e Finn Wittrock, dei due personaggi sappiamo che entrambi erano discendenti di un’antichissima famiglia aristocratica, e che sino alla morte vissero in morbosa simbiosi. Alla luce della dichiarazione di Murphy, è possibile dunque che per chissà quali vie traverse i genitori di Gloria risalissero agli antichi membri della colonia maledetta di Roanoke, oppure forse che la sua famiglia abbia fatto in qualche modo parte della storia della casa comperata dai Miller.

E’ possibile inoltre che i genitori della madre di Dandy abbiano soggiornato brevemente nel North Carolina, prima di approdare stabilmente nella splendida villa di Gloria in Florida.

Difficile dirlo, ma non vi dispiacerà sapere che questo non sarà l’unico salto nel passato per riallacciarci ai trascorsi dei personaggi che ci siamo lasciati alle spalle stagione dopo stagione. Murphy infatti ha promesso che molte altre storie di chi non vediamo da anni saranno rispolverate per rendere ancora più significativo il loro passaggio fra le labirintiche strade di American Horror Story.

Se l’articolo ti ha interessato, leggi anche:

AHS 6×02: un passo alla volta (RECENSIONE)

AHS 6: secondo i creatori, la stagione è divisa in tre segmenti

AHS 6: Jamie Brewer sul suo possibile ritorno nel cast