Bastardi Senza Gloria e l’incendio sul set che ustionò gli attori

Una curiosità legata alla realizzazione di uno dei film più riusciti del regista.

Il film

Bastardi senza Gloria, uscito nel 2009, è l’ottavo film di Quentin Tarantino che dirige un super cast composto da Brad Pitt, Diane Kruger, Mélanie Laurent, Christoph Waltz, Eli Roth, e Michael Fassbender, premiata con otto nomination Oscar.

Trama

Ambientato durante la seconda guerra mondiale, la storia riguarda un gruppo di soldati ebrei prossimi all’esecuzione comandati dal tenente Aldo Raine (Brad Pitt), quando ottengono invece una chance per salvarsi: riportare con sè cento scalpi nazisti. Il gruppo sarà impegnato anche nell’operazione Kino, durante la quale dovranno attaccare il nemico mentre viene presentato, a Parigi, un film di propaganda, alla presenza di Joseph Goebbels, uno dei principali gerarchi nazisti.

L’incendio sul set

Durante le riprese si creò una situazione abbastanza difficile da gestire a causa di un incidente. Stiamo parlando della scena finale, dove il cinema con dentro i nazisti prende fuoco.

“Io ho un messaggio per il set: voi state per bruciare tutti. E voglio che guardiate bene in faccia il regista che vi brucerà.”

Una citazione del film perfetta per questo racconto: Tarantino girò la scena dall’alto, al sicuro dentro una tuta ignifuga mentre sotto gli attori dovevano lavorare con le fiamme veramente vicine. Infatti, Eli Roth e Omar Doom riportarono delle ustioni, e la scena fu completamente ingestibile.

Non era previsto infatti che la grossa svastica sopra al palco cadesse, ma i costi e i rischi di questa sequenza erano talmente alti che il girato fu comunque tenuto ed utilizzato nel film.