Bifest 2020, tutte le novità del festival di Bari

Felice Laudadio e Simonetta Dellomonaco hanno presentato il programma del Bifest, che si svolgerà, posticipato, dal 22 al 30 agosto. Le novità più interessanti.

«Avevamo preparato per marzo la nostra più bella edizione, ci sarebbero state masterclass di valore assoluto, come quelle con Ken Loach, Helen Mirren, Taylor Hackford e Anne Fontaine e il festival doveva essere aperto da Bombshell, un film uscito poi su piattaforma», Felice Laudadio, ideatore e direttore artistico del Bif&st apre così la conferenza stampa dell’XI edizione del suo festival, ma il rimpianto di quello che poteva essere, ma è stato cancellato dalla pandemia, lascia subito spazio all’orgoglio di essere riusciti a completare lo stesso, a tempo di record, il nuovo programma della rassegna, che si terrà a Bari dal 22 al 30 agosto.

«Siamo riusciti, nonostante abbiamo saputo solo il 27 giugno che l’evento avrebbe avuto il via libera, ad affrontare questa sfida, autorizzata dalla Regione Puglia e con un riconoscimento molto forte del MiBACT – spiega infatti Laudadio – avremo un ricco programma di film, mentre ci sarà una inevitabile contrazione degli ospiti in presenza che quest’anno saranno solo 120/150 (di solito ne avevamo 350/400), perché molti come Ken Loach non intendono viaggiare dall’estero in aereo. Abbiamo però i film e alcuni ospiti saranno collegati in streaming, o “presenti” con video-messaggi, anche perché alcuni premiati come Micaela Ramazzotti e Paola Cortellesi sono tornate per fortuna sui set».

Per quanto riguarda i luoghi del festival Laudadio, vista l’impossibilità di accedere al Teatro Petruzzelli, dove sono in corso gli allestimenti di un’opera lirica, annuncia che il Bif&st ha avuto «la disponibilità di una location straordinaria. Il Comune ha infatti messo a disposizione il luogo magico di Piazza Prefettura: ci saranno 1800 sedie, di cui col distanziamento se ne potranno occupare la metà e ciascun film serale sarà preceduto dall’incontro con gli ospiti». Oltre a questa arena, gli altri luoghi dove si terranno proiezioni e incontri sono il Teatro Piccinni (che ospita i 13 film del panorama internazionale), l’arena allestita nella Corte del Castello Svevo, la sala 5 del Multicinema Galleria dedicata ai 19 titoli della retrospettiva Monicelli (nel palinsesto di marzo ne erano previsti 48) e il Teatro Margherita, dove è allestita la mostra di 100 gigantografie di Monicelli, presentata in prima mondiale a Bari, prima di iniziare un tour in mezzo mondo.

Il 22 agosto sarà La ragazza con la pistola di Mario Monicelli ad aprire la serata, mentre la rassegna si chiude con l’edizione restaurata dalla Cineteca Nazionale di La CapaGira di Alessandro Piva. Tra i film internazionali di maggior richiamo si segnalano il 23 agosto Il giorno sbagliato di Derrick Borte, thriller stradale con un Russell Crowe in versione psicopatico; il delicatissimo Rose Place July di Christine Molloy e Joe Lawlor; Les traducteurs di Régis Roinsard, con Lambert Wilson, Olga Kurylenko e Riccardo Scamarcio; Il concorso di Philippa Lowthorpe con Keira Knightley, sulla contestazione della cerimonia di Miss Mondo 1970 e la rilettura dickensiana La vita straordinaria di David Copperfield di Armando Iannucci, con Tilda Swinton.

Di Oscar Cosulich