Box office, vince La prima notte del giudizio. Il cinema d’estate parla americano

E’ un mercato che parla sempre più americano: nei primi sei posti del box office settimanale ci sono altrettanti film made in Usa. In compenso il cinema nazionale sembra essersi eclissato: il primo film italiano in classifica questo week end, Dogman, all’ottava settimana di programmazione, è solo al quattordicesimo posto.

Il progressivo calo di presenze e incassi intanto prosegue: fra giovedì 5 e domenica 8 luglio i biglietti staccati sono stati complessivamente poco più di 300 mila e l’incasso è rimasto sotto i 2 milioni di euro. Il confronto con lo scorso anno è impietoso: dodici mesi fa Spiderman: Homecoming, uscito nella prima settimana di luglio, totalizzò da solo oltre 2,7 milioni di euro. In testa al box office del week end si è imposta la novità La prima notte del giudizio, che, lanciato su 294 schermi, ha raccolto 538 mila euro, facendo segnare anche la migliore media copia del fine settimana. Il risultato ottenuto dal sequel giunto alla terza puntata è inferiore all’esito dei capitoli precedenti e, tuttavia, deve essere considerato buono.

Alla piazza d’onore resiste Jurassic Word: il regno distrutto che è arrivato in totale a 9,7 milioni di euro, cifra che rappresenta il decimo incasso assoluto della stagione. I dinosauri hanno superato l’esito del primo film italiano Come un gatto in tangenziale e così la top ten è ora composta esclusivamente da film americani. Tornando al fine settimana, terzo posto per Obbligo o verità, che, alla terza settimana di programmazione, è ormai prossimo al traguardo dei 2 milioni di euro. Più indietro le novità Prendimi 141 mila euro con 246 copie; Stronger – Io sono il più forte 113 mila con 178 schermi occupati; Doremon il film- Nobita e la grande avventura 79 mila con 289 copie e, infine, 12 mila euro per Usane che ha puntato su un’uscita di nicchia: solo 18 copie.