BOX OFFICE: “COLLATERAL BEAUTY” BALZA IN TESTA, “ALLIED” ESORDISCE SECONDO

Giovedì povero, come inevitabilmente accade nella giornata successiva al mercoledì con ingresso a 2 euro. Le presenze nei cinema, che il giorno 11 gennaio erano state 1.150.000, nonostante l’arrivo di alcune novità interessanti, il 12 gennaio sono crollate a 174 mila. Sugli effetti dell’iniziativa ad ingresso ridotto bisognerà riflettere per evitare che il successo dell’iniziativa si ripercuota negativamente sugli altri giorni.

Intanto, ieri, abbastanza sorprendentemente, il film in testa al box office è stato Collateral Beauty, che rispetto al giorno precedente ha contenuto le perdite e con 223 mila euro per 391 copie, ha fatto registrare il maggiore incasso. Esordio al secondo posto per Allied-Un’ombra nascosta 136 mila euro con 356 schermi occupati, che ha preceduto Assassin’s Creed 129 mila euro con 333 copie. Nettamente in calo Mister Felicità, ieri solo al quarto posto con 118 mila euro, per un totale arrivato nel frattempo a quota 8 milioni. Il film di Siani, come le animazioni Sing e Oceania, appartiene a quel genere di prodotto che funziona poco nei feriali per esplodere nel fine settimana: sarà interessante verificare nel week end se la forza propositiva di Mister Felicità si è già in gran parte esaurita. Per quanto riguarda le altre novità approdate in sala giovedì 12, The Founder, con 213 copie, ha incassato 68 mila euro, mentre Silence, con 258, ne ha totalizzati 52 mila. C’è tuttavia da considerare che, a causa della lunghezza, quasi tre ore, il film di Scorsese ha potuto contare su un numero limitato di spettacoli giornalieri. Anche in questo caso la verifica definitiva sul gradimento di Silence arriverà dal risultato del prossimo week end.

Franco Montini