BOX OFFICE USA: “MISS PEREGRINE” SI PRENDE LA VETTA DELLA CLASSIFICA

La stagione cinematografica autunnale entra nel vivo ma I magnifici sette guidati da Denzel Washington non concedono il bis e passano il testimone di film più visto del week a Miss Peregrine-La casa dei ragazzi speciali. Il nuovo fantasy di Tim Burton (che è tornato a collaborare con la 20th Century Fox a quindici anni di distanza da Il Pianeta delle Scimmie) debutta in testa con 28.5 milioni di dollari (65 globali). Si tratta di un esordio molto simile a quello fatto registrare da Dark Shadows nel 2012 (29.6 milioni) e, negli Usa, potrebbe chiudere la sua corsa sotto i 100 milioni (un risultato poco positivo dato il budget di 110 milioni di dollari).

Per l’altra attesa new entry della settimana, Deepwater-Inferno sull’oceano, un esordio in seconda posizione da 20.6 milioni e 33 totali. La nuova collaborazione tra il regista Peter Berg e la star Mark Wahlberg (tre anni dopo il successo di Lone Survivor) rischia di trasformarsi in un grosso flop (almeno negli States) visto l’importante budget di produzione messo a disposizione dalla Lionsgate/Summit (110-120 milioni di dollari). Terzo posto, e tenuta meno buona del previsto, per i pistoleri-mercenari de I magnifici sette con 15.7 milioni di dollari. Il remake-western di Antoine Fuqua è a 61 milioni casalinghi e 108 in tutto il mondo (ricordiamo che, con un costo di 90 milioni escluse le spese di P&A, il break even point è fissato a 200 milioni). In quarta posizione Cicogne in Missione con 13.8 milioni di ollari. Per il film d’animazione della Warner Bros. 38.8 milioni totali, 77 worldwide e la soddisfazione di essere il film con il calo più contenuto di tutta la top-ten (-35.2%).

Quinto posto per Sully con 8.4 milioni e 105 complessivi (è il quinto film da regista di Clint Eastwood a superare il traguardo dei 100 milioni negli Usa). In tutto il mondo, invece, la pellicola con protagonista Tom Hanks è a 151 milioni.
Esordio in sesta piazza, con 6.6 milioni, per Masterminds-I geni della truffa, action-comedy dal cast stellare (Zach Galifianakis, Owen Wilson, Kristen Wiig e Jason Suidekis) e dalla distribuzione tormentata (doveva arrivare nelle sale più di un anno fa).
Dopo un paio di settimane in release limitata, Queen of Katwa, uno dei film più apprezzati del Toronto Film Festival 2016, raggiunge la settima posizione grazie alla maggiore distribuzione (1242 sale) e incassa 2.6 milioni di dollari (3 totali). Ottavo posto per Man in the Dark (2.3 milioni, 84 casalinghi e quasi 130 worldwide) seguito a ruota da Bridget Jones’s Baby che raggiunge i 20.9 milioni negli Usa e i 120 in tutto il mondo (ne è costati 35). Chiude la classifica il biopic Snowden con 2 milioni e 18.7 complessivi.

Da segnalare, inoltre, che Suicide Squad è uscito dalla top-ten dopo 9 settimane di distribuzione, ma grazie ai quasi 2 milioni incassati nel weekend ha raggiunto i 320 milioni di dollari casalinghi diventando il quarto maggior incasso di sempre negli Usa per un cinecomic originale (meglio degli anti-eroi di David Ayer hanno fatto solo Spider-Man, Deadpool e Guardiani della Galassia).