CHECCO ZALONE, IL RE INCONTRASTATO DEL BOX OFFICE

Sempre in testa al box office, nella giornata di ieri Quo vado? ha aggiunto altri 645 mila euro al proprio totale, che ha ormai superato i 54 milioni, record di incasso in Italia per un film di produzione nazionale. Adesso il dubbio è se Zalone riuscirà a superare anche il primato assoluto, detenuto da Avatar con 65 milioni. E sempre a proposito di incerte singole sfide, è avvincente il duello fra Inside Out, 25,3 milioni di euro, e Star Wars: il risveglio della Forza, arrivato a 24,8 milioni, per la conquista della seconda piazza stagionale. Intanto, ancora a proposito di uscite natalizie, Il piccolo principe, con 7,2 milioni di euro, tallona ormai da vicino i cinepanettoni nazionali Natale col boss 7,5 milioni, e Vacanze ai Caraibi 7,4 milioni, che sembrano aver ormai esaurito il proprio potenziale.

Tornando alla giornata di ieri, alle spalle di Quo vado?, con un esordio alla grande, in seconda posizione, con 423 mila euro per 311 copie in programmazione, si è piazzato Creed – Nato per combattere, che ha preceduto La grande scommessa, 145 mila euro per 314 copie alla seconda settimana di programmazione, e La corrispondenza, 105 mila euro per 355 copie. L’esordio di Tornatore è andato meno bene del previsto, contando che il regista siciliano era reduce dal grande successo de La miglior offerta. Tuttavia il risultato complessivo delle giornata conferma che l’estremo interesse attorno al film con Zalone ha risvegliato l’attenzione su tutto il mercato che ieri ha fatto registrare complessivamente 280 mila presenze.

Franco Montini