Domenica 13 Settembre 2020

Il film del giorno: “The World to Come”

Jim Shepard è uno dei più interessanti scrittori americani contemporanei. In Italia è stato scoperto da poco: solo nel 2012 la 66th and 2nd pubblicò una raccolta di suoi racconti, curata da Timothy Small. Le storie di Shepard viaggiano grazie a due motori che lavorano in parallelo. La vita, gli eventi che la scandiscono, le azioni che provocano conseguenze a catena. Il secondo è la Storia, in cui l’essere umano è inevitabilmente calato e in balia. Per questo quasi tutto quello che scrive Shepard è frutto di una lunga e accurata ricerca, spaziando nel tempo e nello spazio. I suoi personaggi hanno visto la catastrofe di Chernobyl e l’orrore dell’Olocausto, sono stati scienziati in Antartide e calciatori fuggiti da un regime per giocare con Cruyff. In Italia sono al momento editi, oltre il suddetto volume, due romanzi, e un’altra raccolta di storie brevi, dal titolo quest’ultima Il mondo che verrà, The World to Come.

Proprio dal racconto omonimo, lo stesso Shepard, ha ricavato la sceneggiatura che ha convinto Mona Fastvold a dirigere il film. «Di solito non prendo in considerazione di lavorare a storie non scritte da me» ha dichiarato la regista «ma quando ero alle ultime pagine avevo ormai deciso di accettare». Fastvold ha già respirato l’aria del Lido, nei panni di sceneggiatrice dei due film di Brady Corbett (di lei marito) L’infanzia di un capo e Vox Lux. E di intrecci veneziani ce ne sono altri, a partire dal secondo sceneggiatore del film, Ron Hansen, autore del romanzo L’assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford, da cui Andrew Dominik trasse un film splendido, in concorso nel 2007, con protagonista, più di Brad Pitt, Casey Affleck, che troviamo nel cast di The World to Come. Al suo fianco Katherine Waterston, Vanessa Kirby e Christopher Abbott, due coppie sposate che vivono nelle lande rurali del Midwest nell’anno di grazia 1856. Una ha da poco perso la loro bambina. La madre trova sollievo nell’amicizia di una donna che vive con il marito nella vicina fattoria. Il rapporto la aiuta a sopportare il dolore e a dare un senso diverso alla sua stessa vita.

The World to Come è un’opera che riempie il vuoto, quello della natura in cui sono immersi, forse sperduti, questi quattro personaggi, soprattutto quello che c’è dentro ognuno di loro. La mancanza, costante e schiacciante, di un posto preciso in cui essere, individuo e felice. Una sensazione che, nel mondo che è arrivato, soffriamo senza ancora rendercene conto.

THE WORLD TO COME
USA, 2020, Regia Mona Fastvold Interpreti Katherine Waterston, Vanessa Kirby, Christopher Abbott, Casey Affleck. Durata 98’