Domenica 13 Settembre 2020

Il film di oggi: “The Flood Won’t Come”

La guerra. Una guerra qualsiasi, in senso astratto, universale. Di che cosa è fatta la guerra? Soldati, armi, freddo, paura. E morte. Il Colonnello è un professionista, in mezzo ai campi di battaglia si muove con fare sicuro. Prende decisioni, impartisce ordini, coordina le missioni. Eppure gli anni passano e il pensiero degli affetti, della casa, di una vita normale in tempi di pace, affiora come un sogno. Ma la guerra è ovunque. Sempiterna. Finisce e poi ricomincia.

L’abbiamo scelto perché

Una rivelazione formale stupefacente. Un film che non ha eguali, capace di inanellare un’invenzione visiva e narrativa dietro l’altra. Con un approccio politico e umanista di rara potenza e lucidità politica. Sconcertante, duro, brutale ma anche sorprendentemente lirico. Come l’incipit fra le nuvole, un atto visionario inaudito.

THE FLOOD WON’T COME (TVANO NEBUS)
Lituania, 2020 Regia Marat Sargsyan Interpreti Valentinas Masalskis, Remigijus Vilkaitis, Sigitas Račkys, Daumantas Ciunis Durata 95’

Beatrice Fiorentino