Domenica 13 Settembre 2020

L’intervento

Call Me By Your Brand

In principio fu l’Imperatore Valentino, che nel 2008 a Venezia fece del film che lo celebrava un evento straordinario, aprendo la strada a un nuovo format. Il documentario d’alta moda va oltre il prodotto cinematografico. È “Branded Content” del lusso, un veicolo per avvicinare il grande pubblico a un’industria per definizione esclusiva e aspirazionale. Il fashion lascia le passerelle per raccontare le sue storie al cinema, lo stilista diventa star del grande schermo, ma soprattutto sono i marchi a essere protagonisti assoluti. Le multinazionali della moda puntano al bello, per questo scelgono cineasti dall’estetica raffinata che possono dare un’impronta d’autore a opere che più che commerciali sono “commercials” veri e propri.

Non è un caso se da anni Dolce & Gabbana hanno affidato la loro immagine in movimento a un premio Oscar, Giuseppe Tornatore. La famiglia Ferragamo si è affidata a Luca Guadagnino per raccontare l’epopea di Salvatore – Shoemaker of Dreams, fondatore di uno dei marchi più prestigiosi del mondo. Una intelligente fusione tra cultura, tradizione e promozione, che permette agli autori deviazioni di percorso tanto piacevoli quanto redditizie. D’altronde in natura niente si distrugge e tutto si trasforma, quindi anche da un paio di scarpe può nascere un futuro capolavoro.