Daniel Radcliffe: “Sono grato ad Harry Potter, ma provo profondo imbarazzo per alcuni momenti”

Intervistato da Empire insieme ad Elijah Wood, (per celebrare i 20 anni delle saghe cinematografiche di Harry Potter e Il Signore degli Anelli) il “mago” Daniel Radcliffe ha parlato della sua saga e della sua recitazione, non tanto apprezzata da lui stesso.

Grazie a Metro, che ha pubblicato un estratto preso dall’edizione cartacea del magazine, possiamo leggere le dichiarazioni dell’attore ora trentunenne:

È difficile separare la mia reazione con Harry Potter dalla mia relazione coi film nel complesso. Sono incredibilmente grato di questa esperienza che mi ha fatto capire cosa volevo fare nel resto della mia vita. È una gran fortuna scoprire così presto cosa vuoi fare nella tua vita.”

Queste sono le belle parole spese da Radcliffe per la saga, un po’ meno belle quelle sulla sua performance:

Sono, ovviamente, profondamente imbarazzato da certi momenti della mia recitazione, ma sai, è come chiedere “Come ti senti ripensando alla tua adolescenza?”. C’è talmente tanto da dire che è quasi impossibile da riassumere con una sola emozione.”

Ricordiamo comunque che Daniel Radcliffe aveva appena 12 anni quando è stato scelto per interpretare il protagonista di una delle saghe di maggior successo degli anni 2000, tutt’ora di successo.

Qui potete vedere la copertina dei due protagonisti insieme per Empire, mentre qui potrete leggere un simpatico aneddoto estratto dalla loro intervista.