Drew Barrymore e quel regalo mandato a Steven Spielberg per farsi perdonare il nudo a Playboy

Per scusarsi della sua apparizione senza veli su Playboy, Drew Barrymore mandò un particolare "regalo di scuse" al suo padrino, Steven Spielberg.

Il 22 febbraio Drew Barrymore ha compiuto 46 anni e, per l’occasione, Steven Spielberg, nonché suo padrino, le ha fatto una sorpresa apparendo in uno spezzone del suo talk show, The Drew Barrymore Show. La Barrymore, emozionata, ha spiegato come lui sia stato la prima persona in assoluto dalla quale si sia fidata e che le abbia dimostrato affetto.

Come padre e figlia

Come noto, i due sono legati da un profondo legame, cominciato nel lontano 1981 a provini di Poltergeist – Demoniache presenze e sbocciato con la loro collaborazione in E.T., dove lui la diresse a soli 6 anni. Con il tempo, Spielberg è diventato sempre di più un punto di riferimento per la giovane Drew, tanto da sviluppare un rapporto in stile padre/figlia.

Da buon padrino, Spielberg dovette affrontare anche la turbolenta fase adolescenziale della Barrymore, che negli anni ’90 era diventata piuttosto frizzantina e soprattutto… molto disinibita. Tra le sue bravate più eclatanti all’epoca ci fu quella di posare nuda su Playboy o la sua ‘storica’ alzata di maglietta senza reggiseno davanti a David Letterman in diretta televisiva. Comportamenti che non lasciarono indifferente il buon Steven, il quale per il suo ventesimo compleanno, le regalò una copia della rivista di Playboy completamente ritoccata, dove lei appariva perfettamente vestita in ogni foto, con allegato un bigliettino con su scritto “copriti”.

A quanto pare, colta da un sentimento di colpa, una pentita Drew decise di mandargli a sua volta un regalo di scuse per la sua apparizione senza veli su Playboy. Nella puntata del The Drew Barrymore Show, Spielberg ha mostrato a tutti proprio il divertente regalo ricevuto anni fa: tre foto della Barrymore vestita da suora davanti a una chiesa, con le didascalie “Mi dispiace”, “Ho visto la luce” e “Sto arrivando”.

Qui è possibile vedere tutto lo spezzone con l’ospitata di Spielberg: