È morta Rhonda Fleming, la regina del Technicolor: lavorò con Hitchcock e Lang

L'annuncio della scomparsa è stato dato oggi dalla sua assistente Carla Sapon

Oggi è venuta a mancare Rhonda Fleming, l’attrice di Alfred Hitchcock e Fritz Lang, soprannominata la regina del Technicolor per il suo exploit a Hollywood negli anni Quaranta e Cinquanta e per i suoi capelli rosso fuoco indimenticabili. Aveva 97 anni e l’annuncio è stato dato dalla sua assistente Carla Sapon al New York Times.

 Marilyn Louis (il suo vero nome) è nata a Los Angeles il 10 agosto 1923. È stata interprete di film quali «Io ti salverò» di Alfred Hitchcock, «La scala a chiocciola» di Robert Siodmak, «Le catene della colpa» di Jacques Tourneur, «La jungla dei temerari» di Allan Dwan, e «Quando la città dorme» di Fritz Lang. Ha recitato al fianco di divi come Burt Lancaster, Kirk Douglas, Charlton Heston, Ronald Reagan. Particolarmente incline a interpretare ruoli di donne dalla forte personalità, autonome, a volte ambigue e negative, negli anni Quaranta e Cinquanta Fleming si rivelò l’eroina ideale del cinema noir.


Dal 1965 non aveva più realizzato film per il grande schermo ma si era impegnata a un’intensa attività televisiva, a partire dal 1973 e fino al 1990. L’annuncio della scomparsa è stato dato oggi dalla sua assistente Carla Sapon al «New York Times».