Elio Germano miglior attore alla Berlinale 2020

Doppio successo italiano al festival di Berlino. Oltre all'attore che ha vinto l'orso d'argento per "Volevo Nascondermi", premiato per la sceneggiatura anche "Favolacce" dei fratelli D'Innocenzo

Alla Berlinale 2020 Elio Germano vince l’orso d’argento per il miglior attore per il ruolo di Ligabue in “Volevo nascondermi” di Giorgio Diritti. L’attore, personaggio del mese di Ciak, ha dedicato il premio “a tutti gli storti, tutti gli sbagliati, tutti gli emarginati”. Germano è anche nel cast di “Favolacce”, il film dei fratelli D’Innocenzo premiato per la sceneggiatura dalla giuria presieduta da Jeremy Irons.

“Un grande giorno per il cinema italiano. Orgogliosi dell’orso d’argento ad Elio Germano per Volevo Nascondermi di Giorgio Diritti dedicato al pittore Ligabue e per la migliore sceneggiatura a Favolacce di Damiano e Fabio D’Innocenzo”. E’ l’applauso del ministro della cultura Dario Franceschini, che sottolinea: “questi due prestigiosi riconoscimenti confermano la qualità, la vitalità e la contemporaneità del cinema italiano, capace di raccontare al mondo storie universali con eleganza ed originalità”.

Si chiude così, con questo doppio successo italiano, la 70esima edizione del Festival di Berlino. L’orso d’oro è andato al film There Is No Evil dell’iraniano Mohammad Rasoulof, che tratta temi come la pena di morte, la repressione, la colpa e la capacità di schierarsi. Il regista non ha potuto essere in Germania a ritirare il premio perché, come ha dichiarato la figlia, Baran Rasoulof, “non gli è stato permesso di lasciare il suo Paese”. I due produttori, nel ricevere il premio, hanno raccontano come non ci sia alcuna prigione che possa impedire “immaginazione e arte”, e hanno ringraziano il cast.

Elio Germano miglior attore alla Berlinale 2020 e personaggio del mese su Ciak:

Elio Germano personaggio del mese su Ciak di marzo