Ewan McGregor è il Grillo parlante

L'attore presta la voce al personaggio nel "Pinocchio" in stop-motion di Guillermo del Toro. Previsto su Netflix nel 2021

Dal ruolo del tossico in Trainspotting al Grillo Parlante: la parabola ascendente di Ewan McGregor, prevede adesso anche una favola, quella di Pinocchio. A dirigerla il messicano Guillermo del Toro, per un adattamento prodotto da Netflix, nel catalogo a partire dal 2021. L’attore, che ha interpretato di recente il villain Black Mask in Birds of Prey, è conosciuto sopratutto per essere stato il volto di Obi-Wan Kenobi in Star Wars.

«Avevo iniziato a lavorarci prima di partire per New York, quindi qualche parte è già stata registrata. E, naturalmente, è animato in stop-motion, quindi ci vorrà molto tempo per girare quel film», ha spiegato l’attore durante un’intervista in occasione dell’ACE Comic-Con. McGregor ha poi aggiunto: «Ma la mia prima parte del lavoro, che è registrare i dialoghi del personaggio, è in un certo senso stata completata. Ci potrebbe essere bisogno, o forse no, di registrare una canzone. Non sono certo di avere la libertà di parlarne».

“Per me Pinocchio è molto simile a Frankenstein, è una grande tela bianca sulla quale si può proiettare ciò che è il mondo e ciò che è l’essere umano», ha invece spiegato il regista, Guillermo del Toro. «Mi attrae molto, perché a livello tematico sarà qualcosa che è presente in tutti i miei lavori, il che è una scelta. È una favola molto brutale su cosa sia la disobbedienza come peccato. Io invece credo che la disobbedienza sia l’inizio della scoperta della propria volontà, e quindi l’inizio della scelta».

Nel cast di doppiatori oltre a Ewan McGregor e David Bradley (Games of Thrones nelle vesti di Walder Frey e Harry Potter come il custode di Hogwarts Argus Filch) nel ruolo di Geppetto, ci sono anche Ron Perlman, Tilda Swinton e Christoph Waltz. Per la colonna sonora invece è stato scelto Alexandre Desplat: «Questo progetto per me è un film grandioso perché ho dovuto scrivere sette-otto canzoni, ed è davvero difficile ma aiuta quando si hanno a disposizione degli attori che possono cantare».