Festival del cinema europeo: 9 giovani capolavori da guardare gratuitamente online

Dicembre è il mese del cinema europeo grazie alla IV edizione di ArteKino Festival che presenta un concorso speciale, tutto online: sulla piattaforma artekinofestival.com, una selezione di 9 film europei di giovani registi, disponibili gratuitamente dal 1 al 31 dicembre, in 10 lingue e 45 Paesi d’Europa.

I lungometraggi in concorso, di cui sette opere prime, fra documentari e film di finzione, raccontano l’incredibile diversità di un’Europa unita, ma ricca di differenze e sfaccettature. Testimoni e allo stesso tempo attori dei loro tempi, i cinque registi e le quattro registe parlano di dialogo e d’incontro, di unione di culture e diversità che sappiano andare oltre le frontiere fisiche e guardare alla loro ricchezza.

Le opere in gara concorrono a due premi: quello del pubblico e quello della giuria giovani. E fra i titoli c’è anche il bellissimo documentario di Agostino Ferrente Selfie, che ha chiesto a due amici sedicenni del quartiere Traiano a Napoli, Alessandro e Pietro, di filmare da soli con un telefonino la loro vita, come in un lungo selfie: una storia potente e uno straordinario esperimento di “autopedinamento”.

Gli altri titoli in concorso sono il francese Chanson Triste, la storia di una cantante lirica e di un rifugiato afgano, piena di musica e introspezione, speranze e delusioni, i tedeschi Messi and Maud, sull’incontro tra una donna che non può avere figli e un bimbo cileno, e Thirty, su un gruppo di trentenni nella moderna Berlino, il norvegese Psychobitch sul rapporto turbolento fra due quindicenni, lui primo delle classe e lei ribelle, il portoghese Ruth su un giovane africano talento del calcio nel Portogallo degli anni ’60, il danese Sons of Denmark su un giovane che si avvicina al terrorismo in un futuro molto prossimo, nel 2025, il film serbo (ma coprodotto con Slovenia, Croazia e Bosnia Erzegovina) Stitches su una madre che lotta per ritrovare il figlio, sottrattole 18 anni prima e il bulgaro Thirst su una famiglia di precari.

Festival del Cinema Europeo: tutti i titoli da guardare online

Chanson Triste

DI LOUISE NARBONI (FRANCIA)

Messi and Maud

DI MARLEEN JONKMAN (PAESI BASSI/GERMANIA)

Psychobitch

DI MARTIN LUND (NORVEGIA)

Ruth

DI ANTONIO PINHÃO BOTELHO (PORTOGALLO)

Selfie

DI AGOSTINO FERRENTE (FRANCIA/ITALIA)

Sons of Denmark

DI ULAA SALIM (DANIMARCA)

Stitches

DI MIROSLAV TERZIĆ

(SERBIA, SLOVENIA, CROAZIA, BOSNIA ERZEGOVINA)

Thirst

DI SVETLA TSOTSORKOVA (BULGARIA)

Thirty

DI SIMONA KOSTOVA (GERMANIA)