Matteo Garrone, Emir Kusturica e Alessio Boni: il cinema al Festival della Bellezza di Verona

La bellezza, anche quella del cinema: la racconteranno Matteo Garrone, Laura Morante, Emir Kusturica e tante stelle della settima arte all’edizione 2019 del Festival della Bellezza, dal 28 maggio al 16 giugno a Verona con più di 29 appuntamenti. Il tema di questa edizione è l’ “Anima e le Forme”, declinato anche nel raccordo che lega il cinema a letteratura, teatro e musica.

Gli incontri con i protagonisti

Apre il festival il 28 maggio al Teatro Romano il maestro del cinema balcanico Emir Kusturica con un incontro sull’estro poetico, visionario e grottesco dell’anima “underground” che attraversa i suoi film, come Gatto nero, gatto bianco e appunto Underground, premiato con la Palma d’Oro a Cannes.

Il 31 maggio l’attore Alessio Boni racconta al pubblico la messa in scena di protagonisti di capolavori letterari e la sua passione per i libri, espressa anche nel suo personaggio de La meglio gioventù di Marco Tullio Giordana. Fabrizio Gifuni, il 2 giugno, indaga invece sull’ambiguità e la finzione nella figura di Amleto. Il 29 maggio tocca anche a Giancarlo Giannini, in dialogo con Massimo Cacciari sull’amore passione nell’Inferno dantesco.

Fabrizio Gifuni
Fabrizio Gifuni

Bellezza d’autore

Il cinema d’autore italiano è narrato da due grandi protagonisti, dietro e davanti la macchina da presa. Il 14 giugno Matteo Garrone parla di come prende forma artistica una storia di cronaca o letteraria, riprendendo il suo lavoro di preparazione per Dogman, Il racconto dei racconti e una nuova versione di Pinocchio, che sta girando proprio in queste settimane.

Laura Morante (il 3 giugno) dialoga invece con il critico Gianni Canova delle sue esperienze di musa e interprete per grandi registi, primi fra tutti Nanni Moretti, Gabriele Salvatores, Bernardo Bertolucci.

Laura Morante
Laura Morante

Sulle tracce dei maestri

Giovedì 30 maggio spazio alla musica per il cinema: il compositore Nicola Piovani, a vent’anni dall’Oscar per La vita è bella, propone un concerto con memorabili colonne sonore e la proiezione di sequenze di grandi registi come Fellini, Monicelli, Tornatore, Bellocchio, Moretti.

Fellini verrà rievocato anche dallo scrittore Andrea De Carlo (16 giugno), che ha avuto l’opportunità di collaborare con lui in una vicenda dalle tinte misteriose e stravaganti.

Federico Buffa (4 giugno) segue invece le orme del genio di Stanley Kubrick per raccontare i retroscena dello shock visivo e sonoro di 2001: Odissea nello spazio, punto di svolta nella rappresentazione del rapporto tra l’uomo e il cosmo.

Il video dell’edizione 2018

L’incontro con Philippe Daverio