FESTIVAL TRASTEVERE: 60 NOTTI DI CINEMA SOTTO LE STELLE

Festival TrastevereDopo il grande successo dell’anno scorso, piazza San Cosimato ritorna ad essere un cinema a cielo aperto, per la terza edizione del Festival Trastevere Rione del Cinema, l’evento dedicato al buon cinema organizzato dai ragazzi del Piccolo Cinema America. Una programmazione a 360 gradi per coinvolgere spettatori di ogni fascia d’età: oltre all’omaggio a Ettore Scola, Claudio Caligari, Remo Remotti e Franco Citti, quattro diversi maestri romani che rappresentano un pezzo di storia della città eterna, dal primo giugno al primo agosto la programmazione prevede per ogni giorno della settimana un tema diverso.

Fuori OrarioIl lunedì la Commedia all’italiana illuminerà la piazza, mentre ogni martedì di giugno si terranno quattro lezioni sul rapporto tra musica e cinema, cui si sostituirà a luglio la retrospettiva dedicata a Xavier Dolan. I mercoledì di giugno saranno incentrati sui documentari italiani contemporanei mentre quelli di luglio prevedono la proiezione di capolavori internazionali restaurati dalla Cineteca di Bologna. Il giovedì e il venerdì saranno dedicati a presentazioni e dibattiti, il sabato sarà il giorno dei classici Disney e Pixar e le domeniche verranno proposti i titoli di due grandi registi: Wim Wenders e Martin Scorsese.

Roberto Benigni Molti gli ospiti: Dario Argento, Ferzan Ozpetek, Ivano de Matteo, Ascanio Celestini, Luca Bigazzi, Kim Rossi Stuart, Barbora Bobulova, Paolo Virzì, Stefania Sandrelli, Renzo Arbore e Valerio Mastrandrea, solo per citarne alcuni. Da segnare in agenda il 10 giugno, giorno in cui il grande Roberto Benigni introdurrà Non ci resta che piangere, opera di culto della storia del cinema italiano, girato nel 1984 con l’amico di sempre Massimo Troisi, scelta proprio dall’attore per festeggiare la prossima riapertura, ad opera dei ragazzi del Piccolo America, della sala intitolata al “comico dei sentimenti”.
Piazza San Cosimato, l’Isola del Cinema e l’Arena Nuovo Sacher con la loro bellezza e vivacità, con i dibattiti, le rassegne e gli ospiti, fanno sperare che il cinema possa rinascere e che le sale dismesse possano esser riaperte.