Giffoni 2016, Evanna Lynch: “Sì a Hermione di colore”

Un ospite veramente atteso dai fan della 46° edizione del
Giffoni Film Festival, è arrivato direttamente dal magico mondo di
Harry Potter:
Evanna Lynch. Questa graziosa attrice è conosciuta per il suo ruolo della stravagante Luna Lovegood, personaggio che i fan della saga hanno amato fin da subito. Seppur trattandosi di un ruolo che ha cambiato totalmente la sua carriera, Evanna è però venuta a Giffoni per presentare il suo film indipendente,
My name is Emily. Si tratta di una pellicola irlandese che racconta la storia di Emily, una ragazza che è costretta a vivere in una casa famiglia a seguito della morte della madre e del ricovero del padre in un ospedale psichiatrico. Ogni anno Emily riceve un biglietto di auguri dal padre, ma, in occasione del suo sedicesimo compleanno, questo non arriva e l’adolescente sospetta che qualcosa non va. Decide così di intraprendere un viaggio con il suo unico amico, Arden, con il quale diventa sempre più intima e scopre un mondo che le era sconosciuto.
La giovane attrice, oltre a presentare il suo film, è venuta anche per incontrare i suoi fan, che sono stati davvero felici di conoscerla. Durante il Meet the Stars del Festival, ha risposto alle loro domande e, come di consueto, la maggioranza si riferiva ad
Harry Potter.
Evanna è sempre stata una fan accanita della saga e quando le è stato offerto il ruolo di Luna ne è rimasta entusiasta, ha raccontato che si è trovata molto bene con il tutto il cast fin da subito e che tutti l’hanno accolta con molto calore quando ha intrapreso l’avventura con loro. Il personaggio di Luna è stato per lei molto importante e l’ha aiutata ad imparare a lasciarsi alle spalle i giudizi della gente ed accettarsi per quello che è.

Evanna ha confessato con rammarico di non aver avuto ancora l’occasione di vedere Harry Potter and the Cursed Child, ma molto spesso chiede al regista e ai produttori della saga che, se dovesse mai esserci un sequel di
Harry Potter al cinema, lei vorrebbe che il suo personaggio fosse presente, ma
sarebbe davvero gelosa se prendessero un’altra attrice per interpretare Luna (per una questione di anagrafe): "
Penso che sarei davvero arrabbiata e gelosa se qualcuno prendesse il mio posto. Probabilmente avrei dei problemi con lei." Per quanto riguarda la polemica sulla decisione di prendere un’attrice di colore per
Harry Potter and the Cursed Child nel ruolo di Hermione Granger, la Lynch si è detta contenta, perché conosce J.K. Rowling e sa che è molto attenta nella scelta degli attori per interpretare i ruoli dei suoi libri.
Evanna è per le pari opportunità e non crede che un attore vada scelto per il colore della pelle, ma per il suo talento.

Le è stato chiesto qual è stato il ruolo che l’ha fatta sentire meno a suo agio e la Lynch ha parlato nuovamente di uguaglianza. Ha ricordato di un personaggio di un film,
GBF – Gay Best Friend, in cui interpretava una ragazza omofoba: "
Ho dovuto intepretare la ragazza anti-gay, la cattiva ragazza, e io invece sono così a favore dell’uguaglianza, penso che tutti dovrebbero amare chi vogliono amare […]. Ero la cattiva ragazza ed ero così poco a mio agio con questo, perché non rappresentava ciò in cui credevo […]. Era così ridicolo per me."

La saga di
Harry Potter ha reso Evanna famosa in tutto il mondo, ma ora l’attrice prende parte anche a film indipendenti, infatti ad una domanda di un fan sulla differenza tra le grandi produzioni e gli indie, ha voluto precisare che in pellicole come
Harry Potter si è parte di una grande famiglia, con un grande cast, mentre in un film indipendente esiste la possibilità di lavorare molto su se stessi, in quanto attori. Ha lasciato anche un consiglio per coloro che vorrebbero intraprendere questa carriera: "
Leggete molto, dovete essere sicuri di voi stessi e circondardatevi di persone positive."

Nessun Articolo da visualizzare