Garrone, Muccino, Moretti, Scorsese: tutti i film più attesi della prossima stagione 01 Distribution

Grandi storie italiane e internazionali per una nuova stagione ricca di proposte di qualità. È quello che promette l’amministratore delegato di Rai Cinema Paolo Del Brocco presentando al Torino Film Festival il listino 01 Distribution 2020. «Qualità e varietà dell’offerta sono i nostri principi fondanti ha detto – e guardando all’anno scorso possiamo ritenerci molto soddisfatti di film come Il traditore di Marco Bellocchio, Martin Eden di Pietro Marcello e L’ufficiale e la spia di Roman Polanski, che si sono affermati in sala e nei festival internazionali. Penso poi agli incassi di Non ci resta che il crimine, Il primo re e After, ma anche a quelli de Il signor Diavolo e di 5 è il numero perfetto che hanno allungato la stagione cinematografica».

Il grande cinema italiano

Si comincia con Pinocchio di Matteo Garrone, film per famiglie che il 19 dicembre porterà sul grande schermo la celebre fiaba di Carlo Collodi e un cast italiano davvero stellare, per proseguire il 9 gennaio con Hammamet di Gianni Amelio, che in occasione del ventennale dalla morte di Craxi propone una vicenda umana più che politica con uno straordinario e irriconoscibile Pierfrancesco Favino, tra i protagonisti anche de Gli anni più belli di Gabriele Muccino al fianco di Micaela Ramazzotti, Kim Rossi Stuart e Claudio Santamaria in una storia d’amicizia e sentimenti. Ritorno al crimine di Massimiliano Bruno riporta sullo schermo la banda composta da Marco Giallini, Alessandro Gassmann, Edoardo Leo e Gian Marco Tognazzi mentre al Festival di Cannes quasi certamente vedremo Tre piani di Nanni Moretti tratto dal romanzo di Eshkol Nevo e interpretato dal regista stesso, Riccardo Scamarcio, Margherita Buy, Alba Rohrwacher, Elena Lietti, Adriano Giannini.

Ne Il cattivo poeta di Gianluca Jodice Gabriele D’annunzio ha il volto di Sergio Castellitto che dirige e interpreta con Berenice Bejo e Matilda De Angelis anche Il materiale emotivo, scritto insieme a Margaret Mazzantini e tratto da una sceneggiatura originale di Ettore Scola. Attesissimi poi Diabolik dei Manetti Bros., con Luca Marinelli, Valerio Mastandrea e Miriam Leone, e Freaks Out di Gabriele Mainetti che avrà ancora bisogno di qualche mese di post produzione, ma arriverà anche Volevo nascondermi di Giorgio Diritti, con Elio Germano nei panni del pittore Ligabue.

Spazio alla commedia

Non mancheranno le commedie, come Divorzio a Las Vegas di Umberto Carteni, con Giampaolo Morelli, Andrea Delogu, Ricky Memphis e Gian Marco Tognazzi, e Gli infedeli di Stefano Mordini, con Riccardo Scamarcio, Valerio Mastandrea, Massimiliano Gallo, Laura Chiatti, Valentina Cervi ed Euridice Axen, mentre Letto n.6 è un horror di Milena Cocozza con Valentina Crescentini.

I titoli internazionali

Dal versante internazionale arrivano il nuovo film di Martin Scorsese, Killers of the Flower Moon, con Robert De Niro e Leonardo DiCaprio, 1917 di Sam Mendes, The Gentleman di Guy Ritche, con Matthew McConaughey, Charlie Hunnam, Colin Farrell, Hugh Grant, Il principe dimenticato di Michel Hazanavicius, con Omar Sy e Berenice Bejo, Come Away di Brenda Chapman, con Angelina Jolie e Michael Caine, Bombshell – La voce dello scandalo di Jay Roach, con Charlize Theron, Nicole Kidman e Margot Robbie impegnate a denunciare molestie sessuali, After 2 di Roger Kumble.

«Con 01 siamo il primo distributore nazionale dopo Walt Disney e Warner – continua Del Brocco – al terzo posto per incassi e presenze prima di Fox e Universal, 27 milioni di biglietti venduti da gennaio 2017 a dicembre 2019 per circa 170 milioni di box office per un totale di 95 titoli distribuiti. Crescono anche gli investimenti: nell’ultimo triennio si aggirano sui 220 milioni di Euro per la produzione di circa 200 film (di cui 100 opere prime e seconde) e 120 documentari. Adempiendo alla nostra mission industriale che prevede il pluralismo produttivo abbiamo lavorato dal 2017 al 2019 con 210 società di produzione».