Hugh Jackman: i film “top” e “flop” della sua carriera

In occasione del suo 52°compleanno, vediamo quali sono le interpretazioni più riuscite di Hugh Jackman e quali invece sono stati dei grandi passi falsi.

Pochi attori sono diventati famosi dall’oggi al domani come Hugh Jackman. L’attore australiano, che oggi omaggiamo in occasione del suo 52esimo compleanno, era praticamente sconosciuto negli Stati Uniti fino a inizio anni Duemila, finché non catturò l’attenzione di Bryan Singer che lo scelse come Wolverine nel primo X-Men. Pensate che Jackman venne scritturato circa tre settimane prima dell’inizio delle riprese, dopo che il ruolo era stato rifiutato da Russell Crowe, la prima scelta del regista. Da lì, Jackman è diventato rapidamente una delle star più popolari e versatili di Hollywood, grazie alle sue apprezzabilissime doti da attore, presentatore, ballerino e cantante.

Vediamo quali sono alcune delle sue interpretazioni meglio riuscite contrapposte alle pellicole che invece non hanno riscosso grandi consensi.

TOP
The Prestige

Nel 2006 Chritopher Nolan lo vuole come antagonista di Christian Bale nell’acclamato The Prestige, affidandogli il ruolo dell’illusionista Robert Angier. Di lui Nolan dice: «quando Hugh entra in scena sembra rinascere. È perfettamente a suo agio e consapevole del rapporto con il pubblico. È esattamente quello di cui il personaggio aveva bisogno». Il film riesce a meraviglia, risultando una storia avvincente e ricca di colpi di scena.

FLOP
Pan – Viaggio sull’isola che non c’è

Prima che la Disney spianasse la strada dei remake live-action dei classici d’animazione, la Warner Bros. si cimentò nel 2015 con un riadattamento dell’amata storia di Peter Pan, mettendo in scena una nuova origine della leggenda del bambino che non vuole crescere. In Pan difatti vediamo Peter (Levi Miller) unirsi ad un giovane James Hook (Garrett Hedlund) per salvare Neverland dal malvagio pirata Barbanera (Jackman).

Diretto da Joe Wright, Pan è stato uno dei peggiori flop commerciali del 2015 per la Warner Bros. arrivando ad incassare poco più di 128 milioni di dollari in tutto il mondo.

TOP
Logan

Con Logan, Hugh Jackman saluta dopo 17 anni il suo personaggio più famoso di sempre, Wolverine, e lo fa nel migliore dei modi. Il film, diretto da James Mangold, ci mostra un Logan ormai invecchiato che decide di trovare la redenzione proteggendo una giovane mutante; un addio brutale ed emozionante quello di Jackman, che ci regala forse la sua più profonda interpretazione.

FLOP
Comic Movie (Movie 43)

Photo by K.C. Bailey – © 2011 Movie Productions, LLC All Rights Reserved

Film corale antologico composto da 16 episodi/cortometraggi diretti da vari registi e interpretati da un cast incredibilmente ricco di star. Visto così, il Comic Movie uscito nel 2013 potrebbe sembrare un progetto allettante, ma in realtà il risultato è stato un vero disastro, tanto che vari critici l’hanno considerato uno dei film più brutti di sempre

Hugh Jackman, ahilui, figura nella lunghissima lista di star che vi hanno preso parte. Insieme a Kate Winslet è protagonista dell’episodio 3, un grossolano (e poco divertente) siparietto incentrato su dei testicoli penzolanti dal collo di lui che rovinano un appuntamento al buio.

TOP
Prisoners 

Un’altra grande interpretazione da parte di Jackman arriva nel thriller drammatico del 2013 diretto da Denis Villeneuve. Qui l’australiano interpreta Keller Dover, un padre di famiglia che deve affrontare la scomparsa di sua figlia. Insieme a due grandi prove attoriali da parte di Jake Gyllenhaal e Paul Dano, la performance di Jackman non passa affatto inosservata e contribuisce senza dubbio ad elevare il livello del film.

FLOP
Van Helsing

Nel 2004 l’Universal prova rilanciare la figura del celebre cacciatore di mostri e vampiri, il dottor Van Helsing, ma anche qua qualcosa va storto. Jackman interpreta il protagonista e se la vede con dei mostri del calibro di Dracula, il dottor Jekyll e Mister Hyde, Frankenstein e l’Uomo lupo. Il talento di Jackman non si sposa bene con alcuni aspetti del film, tra cui elementi comici mal riusciti e una CGI non all’altezza. Il film finisce per essere uno scarso blockbuster.

TOP
The Greatest Showman

Photo by Photo Credit: Niko Tavernise – © TM & © 2017 Twentieth Century Fox Film Corporation. All Rights Reserved

Con il ruolo di P.T. Barnum in The Greatest Showman, Jackman può sfoggiare tutto il suo talento da artista teatrale e di musical. La storia del fondatore di un circo di freaks, persone con malformazioni e anomalie fisiche, del 1800 convince, ma a sorprendere di più sono le performance degli attori e la colonna sonora.

FLOP
Sex List – Omicidio a tre

Nel 2008 Jackman è co-protagonista insieme a Ewan McGregor e Michelle Williams di Deception (Sex List – Omicidio a tre il titolo italiano). Qui Jackman veste i panni di un affascinante avvocato, ma in realtà truffatore, che cospira contro il personaggio di Ewan McGregor, inserendolo in un mondo fatto di lusso e di incontri esclusivi di un sexy club riservatissimo. Il film finisce per essere un thriller erotico mal riuscito con ambizioni che non hanno soddisfatto per nulla critica e pubblico.

TOP 
Les Misérables

Nel 2012 arriva l’interpretazione che gli regala la sua prima candidatura ai Premi Oscar come Miglior Attore: stiamo parlando di Les Misérables di Tom Hooper, dove interpreta il ruolo di Jean Valjean. Il film, basato sull’omonimo musical tratto dal celebre romanzo di Victor Hugo, sarà uno dei protagonisti della stagione dei premi del 2013, portandosi a casa 3 Oscar (su 8 nomination), 3 Golden Globe e 4 BAFTA.