Humans, l’importanza di restare umani in un mondo distopico

Humans

Dal 7 maggio arrivano su Timvision i nuovi episodi di Humans. La serie tv creata da Sam Vincent e Jonathan Brackley è giunta alla terza stagione e ora lo show ci porta nel pieno di una rivoluzione: i Synth sono pronti a tutto per sopravvivere, mentre la società fatica ancora ad accettarli. Ad accrescere ulteriormente la tensione però è la volontà di alcuni degli androidi di utilizzare ogni mezzo a disposizione per ottenere il proprio posto nel mondo. C’è chi però predilige la diplomazia al conflitto aperto dunque il corso degli eventi è destinato a cambiare per sempre.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Umani contro Sinth. Dev’essere per forza così? Rivedi le prime due stagioni di 🤖 #HUMANS: è in arrivo la terza 🤩. Solo su TIMVISION!

Un post condiviso da TIMVISION (@tim.vision) in data:

A distanza di quattro anni dal loro debutto sul piccolo schermo i Synth, androidi dalle sembianze umane ideati con lo scopo di aiutare nei lavori domestici, continuano il loro percorso evolutivo acquisendo spessore, cercando la propria identità e sperimentando il più umano dei dilemmi: “Qual è il prezzo della libertà?”. Posti di fronte alla scelta tra Bene e Male dovranno trovare la loro strada mentre gli uomini e le donne, fatti di carne ed ossa, dovranno compiere un grande sforzo per ritrovare la più umana delle virtù, l’empatia. Humans guida ancora una volta lo spettatore in uno scenario distopico, riescendo però a parlare della contemporaneità. Si affrontano così temi complessi come pregiudizio, razzismo, integrazione, tolleranza e politica senza semplificazioni né sensazionalismi. Non tutto nella narrazione di Humans funziona alla perfezione, ma errare è umano e allora godiamoci lo spettacolo.