“I MAGNIFICI SETTE” CON DENZEL WASHINGTON E CHRIS PRATT: IL PRIMO TRAILER

magnifici 7Denzel Washington dallo sguardo fiero e Chris Pratt con sigaro in bocca: arriva online il primo trailer ufficiale de I Magnifici Sette, previsto in uscita il prossimo settembre. Il western di Antoine Fuqua è un remake del film diretto da John Sturges nel 1960 e ispirato a sua volta a I Sette Samurai di Akira Kurosawa. Un western, dunque, maturo ma al tempo stesso contemporaneo per cui il regista ha voluto un cast diverso dalla pellicola madre, che rispecchiasse il mondo in cui viviamo oggi.

Denzel Washington è alla guida di un manipolo di emarginati stellari come Chriss Pratt, Ethan Hawke, Vincent D’Onofrio, Matt Bomer, Cam Gigandet, Peter Sarsgaard, Vinnie Jones, fino al coreano Byung-hun Lee e al messicano Manuel Garcia-Rulfo. “Volevo che i ragazzi avessero una gran alchimia e si trovassero benissimo nel farlo insieme”, spiega il regista. Una gang eterogenea ma unita dalla stessa attitudine alla giustizia.

Se i gli attori cambiano, la trama invece rimane la stessa: quando la città messicana di Rose Creek si ritrova sotto il tallone di ferro del magnate Bartholomew Bogue, i cittadini chiedono protezione a sette fuorilegge, cacciatori di taglie, giocatori d’azzardo e sicari. Mentre preparano la città per la violenta resa dei conti che sanno essere imminente, questi sette mercenari si trovano a lottare per qualcosa che va oltre il denaro. I sette pistoleri tra cui un cecchino, un guerriero Comanche e un assassino possono contare anche su un eroina, Haley Bennett.

magnifici setteL’astuzia, il brio, lo humour da vecchi connoisseurs della guerra accompagnano le raffiche di colpi di pistola contro l’armata di cattivi. Ma l’arma fondamentale di Fuqua è Denzel Washington, per la prima volta protagonista di un western. A Usa Today il regista racconta che per convincere l’attore a far parte della gang gli ha descritto la scena in cui avrebbe corso a cavallo verso una montagna. A creare l’atmosfera è stata una versione hip hop di un tema western di Ennio Morricone. Denzel ha sorriso e ha detto “Va bene, facciamolo”.  Così il novizio attore western ha cominciato a prendere lezioni di cavallo e a girare per la città con la Colt. 45 Peacemaker, che amava far girare e roteare anche fuori dal set. Fortunatamente la gente sapeva che erano solo prove di recitazione.

Fuqua rivisita gli archetipi della filosofia western, ma senza dimenticare l’opera magistrale di Kurosawa. L’ambientazione messicana non è poi così distante dal Giappone medievale, altrettanto vale per la ritualità del combattimento, i valori e gli istinti bestiali dei personaggi. L’onore, l’amicizia virile, il rifiuto di fronte all’ingiustizia del Giappone feudale sono riletti in chiave americana di fine XIX secolo. I Magnifici 7 occidentali però, perdono l’afflato epico di Kurosawa, lasciando emergere la sconfitta morale dei mercenari. Magre consolazioni da cowboys.

Francesca Ferri

Guarda il trailer di I magnifici sette!