I RUOLI DI ROBIN WILLIAMS CHE NON RICORDATE

L’11 agosto 2014 il mondo del cinema e milioni di fan sono stati costretti a dire addio a Robin Williams. Un attore dal talento comico unico ma capace anche di emozionare il pubblico con intepretazioni drammatiche.

I suoi film hanno cresciuto intere generazioni di bambini, pensiamo a Mrs. Doubtfire e Jumanji, ma il pubblico ha amato Robin anche quando ha vestito i panni del professor John Keating ne L’attimo fuggente o quelli del disc jockey Adrian Cronauer in Good Morning, Vietnam. Williams ha reso memorabili tutti i suoi personaggi ma a volte il tempo non gli ha reso giustizia facendo dimenticare alcune sue interpretazioni che meriterebbero invece maggiore considerazione. Perciò vi proponiamo tre film di Robin che dovete assolutamente vedere o rivedere.

3) POPEYE – BRACCIO DI FERRO di Robert Altman (1980). L’eroe dei fumetti tutto muscoli e spinaci ha preso vita sul grande schermo grazie a Robin Williams, abilissimo con la mimica facciale e la sua energia a trasmetterci tutta la forza di un personaggio che appartiene all’immaginario collettivo.


2) HAMLET di Kenneth Branagh (1996).
Nella lunghissima carriera di Williams c’è spazio anche per la tragedia di William Shakespeare. Branagh scelse Robin per interpretare il cortigiano Osric. In un film popolato da star del calibro di Charlton Heston, Jack Lemmon e Judi Dench, Williams regala al pubblico un’intepretazione che lascia il segno.

3) MOSCA A NEW YORK di Paul Mazursky (1984). Quanti attori sarebbero disposti a imparare il russo e prendere lezioni di sassofono per girare un film? Forse pochi ma Robin accettò la sfida pur di interpretare il musicista Vladimir Ivanoff, catapultato nella Grande Mela dopo aver abbandonato la Russia. La storia celebra l’incontro tra culture e il valore della musica, capace di superare ogni barriera e per il pubblico è l’occasione perfetta per vedere Williams mentre esprime tutto il suo talento eclettico.