Ian Harding e il suo finale a sorpresa di Pretty Little Liars

Si fa un gran parlare – e lo facciamo da tempo anche noi di Ciak Generation – del fatto che la settima stagione di Pretty Little Liars, lo show di punta del network americano Freeform, potrebbe essere effettivamente l’ultima. All’epoca della quinta stagione, vale a dire più di due anni fa, infatti, la serie tv creata da I. Marlene King fu rinnovata per altre due stagioni, un vero unicum per l’allora ABC Family: mai infatti era accaduto che una serie di quel canale via cavo durasse così a lungo nel tempo. La stagione in corso è particolare per molte ragioni: molti sono gli attori che infatti vi torneranno, parecchi i segreti che sono sul punto di essere svelati, e i misteri destinati a risolversi.

Per la stessa ammissione dei suoi protagonisti, siamo di fronte alla fine di Pretty Little Liars per come finora l’abbiamo conosciuto, e questo significa che in futuro possiamo aspettarci una chiusura – cosa di cui ancora il network non ha dato conferma -, un reboot con nuovi personaggi e solo alcuni dei vecchi (le attrici principali, infatti, non hanno rinnovato il contratto per il nuovo anno), una sorta di spin-off – che si ispirerebbe alla vecchia storia a partire dall’introduzione del personaggio di Addison (Ava Allan), la nuova Alison (Sasha Pieterse) -, o infine un lungometraggio conclusivo.

Sull’argomento, è recentemente intervenuto anche Ian Harding, alias Ezra Fitz, il quale ha in realtà confermato ciò che già sapevamo, lasciando tuttavia aperto un lume di speranza: “Ho sentito dire che hanno intenzione di finire di girare questa stagione come se bastasse così, ma ciò non significa che sia la fine… Nessuno è venuto da me e mi ha detto ‘Ian, hai finito’”.

In effetti anche Marlene King, probabilmente perché la decisione di una chiusura della serie non dipende da lei, ha solo parlato di un “inizio della fine”. Eppure, Harding ha ammesso che nell’aria, proprio a causa delle voci che circolano, c’è come l’atmosfera di quando ci si sta per diplomare e il clima di chi sa che presto la vita, dopo sette anni insieme, potrebbe prendere un altro corso.

Dello stesso tenore furono anche le discusse parole rilasciate mesi fa da Troian Bellisario, dettasi distrutta al pensiero di perdere la continuità del rapporto con gli amici trovati sul set, e in particolare con Keegan Allen (perciò si è parlato di una probabile morte del personaggio di questi, Toby).

Ad ogni modo, Ian Harding sostiene che se proprio la settima dovesse essere l’ultima stagione di Pretty Little Liars, gli piacerebbe che nella storia si scoprisse che tutto ciò che è accaduto a Rosewood in questi anni è stato solo un brutto sogno di una folle Aria (Lucy Hale) legata al Radley con una camicia di forza. Se invece questa idea non piacesse agli autori, l’altra opzione del suo epilogo ideale sarebbe qualcosa di ancora più violento: “Magari accade qualcosa di orribile, ma noi altri non conosciamo che cosa è capitato alle ragazze, tipo che sono uscite di strada e finite in un dirupo. Poi la telecamera allarga la prospettiva e io rido come un maniaco. Penso sarebbe divertente se venisse fuori che c’era Ezra dietro per tutto il tempo”.

Al di là della fantasia delirante e allucinata di Harding, non si può certo dire che un finale del genere risulterebbe incoerente con quel che è già stato il suo personaggio!