“IL LIBRO DELLA GIUNGLA” SEMPRE AL VERTICE DEL BOX OFFICE

L’effetto David di Donatello ha rilanciato i film vincitori. Lo chiamavano Jeeg Robot, tornato ad occupare 196 schermi, si riaffaccia al quinto posto del box office nella giornata di ieri e migliora del 255% le proprie performance rispetto a una settimana fa. Perfetti sconosciuti, altro film riproposto con un allargamento delle copie in distribuzione, diventate 120, raddoppia i propri incassi rispetto a giovedì scorso. In assoluto è tuttavia ancora Il libro della giungla a trionfare: ieri il film tratto dal romanzo di Kipling ha incassato 160 mila euro con 574 copie e in otto giorni ha già rastrellato complessivamente quasi 4 milioni di euro. Al secondo posto c’è la novità Codice 999, che, uscito con 250 copie, ha esordito con un incasso di 56 mila euro, precedendo Nonno scatenato che ne ha rastrellati 55 mila, per un incasso totale, alla seconda settimana, già superiore a 1,2 milioni. In quarta posizione nel box office di ieri Zona d’ombra, lanciato con 210 copie, che ha portato a casa 46 mila euro. Fra le novità si segnala la buona partenza de Le confessioni, 43 mila euro con 160 schermi occupati e, per restare ai film italiani, prosegue la buona performance di Veloce come il vento, arrivato a quota 1,6 milioni di euro, mentre sta marciando meno di quanto era prevedibile la commedia al femminile Nemiche per la pelle, ancora sotto il mezzo milione di euro. L’ultima considerazione riguarda la conferma del buon esito dei contenuti speciali: questa settimana Amleto, registrazione cinematografica dello spettacolo teatrale con protagonista Benedict Cumberbatch, ha incassato in tre giorni 228 mila euro.

Franco Montini