Il piccolo supereroe conteso dai grandi supereroi

La storia del bambino sfregiato per aver difeso la sorellina da un attacco del cane sta riscuotendo grande interesse da parte dei supereroi: dopo Captain America (Chris Evans) e Tony Stark (Robert Downey Jr.) ora è Spiderman (Tom Holland) a invitarlo sul set del prossimo capitolo della saga.

Il Covid ha fatto la sua parte, ma anche l’estate ci sta mettendo del suo. In questo periodo di lenta ripresa delle produzioni cinematografiche, gli attori, per far parlare un po’ di sé e dei film a cui stanno lavorando, si attaccano a tutto.

Ha cominciato Chris Evans congratulandosi con Bridger Walker, il bambino del Wyoming che ha difeso la sorellina da un attacco di un cane, ritrovandosi con il volto parzialmente sfregiato, promettendogli lo scudo di Captain America (speriamo in una bella copia). Allo stesso episodio gli ha fatto eco Robert Downey Jr. ha risposto così a Chris Evans inviando un altro messaggio al “nuovo piccolo eroe”: «Ti farò uno scudo migliore di quello di Cap».

E ora ci si è messo anche Spider Man, Tom Holland, che ha invitato Bridger Walker, il bambino del cane, sul set del prossimo film, Spider-Man 3. «Presto gireremo Spider-Man 3, e se ti andasse di visitare il set, vedere il costume da vicino e chiacchierare con noi, sei sempre il benvenuto».

Holland è attualmente impegnato con la lavorazione di Uncharted, dopodiché dovrebbe passare immediatamente al set del sequel di Spider-Man: Far From Home, attualmente ancora previsto per novembre 2021, nonostante c’è chi sostiene che il film, come gli altri titoli del Marvel Cinematic Universe non ancora attivamente in produzione, potrebbe subire ulteriori ritardi.

Una cosa è certa, il piccolo Bridger, super fan dei supereroi della Marvel, in qualche modo è già diventato un eroe, senza maschera né scudo.

Dal post su IG della zia Nikki Walker