In Svezia e Danimarca ripartono i set, ma con limitazioni

Non più di 50 persone lavoreranno insieme, troupe più snelle e niente scene con grandi folle. I casting saranno online

In Svezia e Danimarca ripartono i set

Si comincia a ripartire. In Svezia e Danimarca ripartono i set, seppur con tutte le necessarie precauzioni dovute all’emergenza coronavirus.

In Svezia, in cui non è mai stato imposto un completo lockdown, i set seguiranno un protocollo di sicurezza, chiamato Nordic Film Guide e realizzato dalla società di produzione svedese Hobby Film.

Secondo queste misure (non governative), i set non possono ospitare più di 50 persone. Le troupe devono essere più snelle e va pianificata una lavorazione su turni. Per il momento non sono previste scene con grandi folle, e negli interni ogni persona deve avere a disposizione 4 metri quadrati. Le sessioni di casting si svolgeranno da remoto attraverso video conferenze, utilizzando anche footage girati dai singoli attori.

In Svezia e Danimarca ripartono i set ma mentre quelli in luoghi pubblici sarebbero consentiti in Svezia, in Danimarca si valuterebbe caso per caso. Per quanto riguarda il cibo sul set, i pasti devono essere serviti in porzioni singole, e le pause pranzo vanno suddivise in due sessioni da 20 minuti ciascuna. Secondo Nordic Film Guide, in Svezia e Danimarca si prevede una decrescita della produttività di circa il 10%.