Ischia, premio alla carriera a Sergio Rubini

L'attore sarà premiato in occasione della serata inaugurale del festival. E intanto annuncia un nuovo film sui figli naturali di Eduardo Scarpetta

In occasione della diciottesima edizione di Ischia Film Festival – che si svolgerà in versione ibrida, in parte anche online, dal 27 giugno al 4 luglio 2020, – il Premio alla Carriera andrà all’attore, regista e sceneggiatore Sergio Rubini.

Durante cla serata inaugurale racconterà al pubblico del festival il privilegio di aver lavorato con Fellini, Tornatore, Salvatores, Muccino, Monicelli, Veronesi, Scola. Prima di lui il riconoscimento era andato, tra gli altri, a Ken Adam, Vittorio Storaro, Abel Ferrara, Pupi Avati, Amos Gitai, Pasquale Squitieri, John Turturro e Michele Placido.

Sergio Rubini, inoltre, ha già annunciato che girerà un film sui figli naturali di Eduardo Scarpetta: Eduardo, Peppino e Titina De Filippo. La vicenda inizia nel 1925, con la scomparsa del padre. I tre protagonisti sono stati già scelti tra giovani attori napoletani. I loro nomi verranno resi noti quando finalmente si potrà riaprire in tranquillità il set.

Con Qui rido io, film diretto da Mario Martone e già interamente girato, conosceremo invece la storia di Eduardo Scarpetta, del complicato intreccio tra la sua vita artistica e quella familiare. Protagonista Toni Servillo.