JESSE WILLIAMS CONTRO IL RAZZISMO

«Questo premio non è per me, ma per gli attivisti, gli avvocati per i diritti civili e le famiglie che lottano». Con queste parole Jesse Williams ha iniziato il suo discorso agli ultimi BetAwards. Dichiarazioni importanti che hanno un’importanza storica.

L’attore, noto in tutto il mondo come Dr. Jackson Avery di Grey’Anatomy, è anche un’attivista ed è stato premiato durante la cerimonia del network Black Entertainment Television per il suo sostegno alla lotta per la parità dei diritti e al Black Lives Matter movement, l’organizzazione contro la violenza sui neri. «Ciò che oggi abbiamo fatto è guardare i dati e capire che la polizia agisce per disinnescare, fermare e non uccidere le persone bianche ogni giorno», ha dichiarato Williams, «quindi quello che accadrà è che o riusciremo ad avere parità di diritti e giustizia nel nostro paese oppure dovremmo ristrutturare le loro funzioni». Il riferimento è legato a vari fatti di cronaca che sono accaduti in America come la morte di Michael Brown a Ferguson o quella di Eric Garner soffocato dagli agenti di polizia che lo stavano arrestando.

Quegli eventi hanno scosso molto l’opinione pubblica americana e sono tornati alla ribalta anche nell’ultima stagione di Orange is the new Black, che ha raccontato le disparità di trattamento tra detenute di etnie diverse. «Se volete criticare la nostra resistenza, allora è bene che abbiate ascoltato una testimonianza riguardo agli abusi su di noi», ha aggiunto il protagonista di Grey’s Anatomy, «E se non avete alcun interesse alla parità di diritti delle persone di colore, allora non date suggerimenti a coloro che se ne interessano». A queste dichiarazioni il pubblico ha reagito con una standing ovation di approvazione per un attore che ha scelto di utilizzare la sua popolarità in modo costruttivo, cercando di migliorare la vita di milioni di cittadini americani.