Le serie tv memorabili che non puoi non aver visto (parte 1)

La passione per le serie tv va coltivata con cura come un giardino e non va mai trascurata. Un buon telefilo sa infatti che i telefilm lo devono accompagnare fin dall’infanzia, altrimenti non è un vero telefilo. Nonostante ciò, però, può capitare a tutti di non essere al passo con le serie tv più memorabili degli ultimi vent’anni. Che ci crediate o no, esistono persone che non hanno mai visto Buffy ammazzare un vampiro, o che non hanno mai riso davanti alle deliranti canzoni di Phoebe di Friends, o che credono che Walter White sia il papà di qualche amico e non il protagonista di Breaking Bad. Tutto ciò va incriminato? Certo che no! Ma è nostro dovere ricordare a queste persone quali sono le serie tv memorabili che non possono non aver visto.

(Attenzione: trattandosi di una lista di telefilm degli ultimi vent’anno o poco più, l’ordine alfabetico dei titoli è in italiano.)

Beverly Hills 90210

Un cult degli anni ’90,
Beverly Hills 90210 è una serie tv con cui i bambini di quel decennio sono cresciuti. Affrontando temi importanti quali la droga, l’AIDS, l’omosessualità, la sessualità e l’alcool, BH è una serie creata dai produttori
Aaron Spelling e
Darren Star, che racconta le vicessitudini di un gruppo di adolescenti dell’alta borghesia della città della contea di L.A. Tra i protagonisti troviamo
Jason Priestley, che interpreta Brandon Walsh, e
Shannen Doherty nel ruolo di sua sorella gemella Brenda: i due si trasferiscono da Minneapolis e così iniziano le vicende della serie. Gli altri componenti del cast sono
Ian Ziering (Steve Sanders),
Gabrielle Carteris (Andrea Zuckerman),
Luke Perry (Dylan McKay),
Brian Austin Green (David Silver),
Jennie Garth (Kelly Marlene Taylor) e
Tori Spelling (Donna Marie Martin).
Beverly Hills
90210 è il primo vero teen drama della storia televisiva, a cui si deve la produzione di serie successive quali
Dawson’s Creek, Buffy l’ammazzavampiri, The O.C., One Tree Hill e Gossip Girl. Nel 2008 ne è stato tratto anche uno spin-off intitolato
90210.

Breaking Bad – Reazioni collaterali

Terminata da soli 3 anni,
Breaking Bad è una serie tv di AMC che ha appassionato i suoi telespettatori. Lodata dalla critica per l’ottima sceneggiatura, la regia e le interpretazioni del suo cast, BB è stata ideata da
Vince Gilligan. Ha vinto numerosi e prestigiosi premi, tra cui 16 Emmy Awards. La serie racconta la storia di Walter White (
Bryan Cranston), un professore di chimica costretto ad avere un secondo lavoro per poter sfamare sua moglie Skyler (
Anna Gunn) e la sua famiglia: ha infatti una bambina in arrivo e un figlio affetto da paresi cerebrale. Le sue disgrazie non finiscono quando gli viene diagnosticato un cancro ai polmoni, ma, in seguito al casuale incontro con Jesse Pinkman (
Aaron Paul), un suo ex studente diventato uno spacciatore, Walter decide di cucinare metanfetamina. Il prodotto di Walter ha una purezza del 99,1% e questo gli permette di sfruttare le sue capacità per prendere il controllo del mercato della droga. Da
Breaking Bad è stato tratto anche uno spin-off, intitolato
Better Call Saul, e incentrato sul personaggio di Saul Goodman, interpretato da
Bob Odenkirk.

Buffy l’ammazzavampiri

Trasmessa tra il 1997 e il 2003, Buffy – L’ammazzavampiri (Buffy the Vampire Slayer) è un classico che nessun telefilo dovrebbe perdere. Ideata e scritta da Joss Whedon, la serie vede protagonista Buffy Summers (Sarah Michelle Gellar), una ragazza di L.A. che si trasferisce a Sunnydale, luogo in cui scopre di essere speciale. Lei è la Cacciatrice di vampiri e, assieme alla Scooby Gang – formata principalmente da Xander Harris (Nicholas Brendon), Willow Rosenberg (Alyson Hannigan) e dal suo Osservatore Rupert Giles (Anthony Head) – ha il compito di proteggere la città dai vampiri e i mostri che si nascondono negli angoli più bui. Fenomeno della pop-culture, Buffy è una serie che nasconde molte metafore filosofiche e politiche, in cui niente è messo a caso. La tematica femminista la fa da padrone e gli esseri demoniaci rappresentano, metaforicamente, i problemi adolescenziali. Ha ispirato le serie tv future ed è diventata addirittura oggetto di studio universitario. Da Buffy ne è stato tranno uno spin-off, incentrato su Angel (David Boreanaz), il vampiro maledetto che ha rappresentato il primo amore della stessa Summers.

Dawson’s Creek

Dawson’s Creek è il teen drama per eccellenza. Creata da
Kevin Williamson, la serie è andata in onda dal 1998 al 2003 e vede protagonisti un gruppo di adolescenti che cercano di capire come affrontare questa fase delicata che è l’adolescenza. Dawson Leery (
James Van Der Beek), la sua migliore amica – nonché anima gemella – Joey Potter (
Katie Holmes), Pacey Witter (
Joshua Jackson) e Jen Lindley (
Michelle Williams) vivono a Capeside, una cittadina che offre poco a degli adolescenti che vorrebbero solo evadere da un luogo che gli sta stretto. La serie affronta temi importanti quali la sessualità in primis, così come l’alcool, l’omosessualità, le malattie mentali, ma senza essere mai troppo pesante nel farlo. Al gruppo si aggiugono poi anche Jack McPhee (
Kerr Smith) e sua sorella Andy (
Meredith Monroe). Numerosi critici hanno lodato la serie per il suo realismo e i dialoghi intelligenti e Jackson, la Holmes e la Williams sono gli attori che ne hanno tratto più successo negli anni successivi della loro carriera.

Downton Abbey

Downton Abbey è una serie tv ideata e scritta dall’attore e scrittore Julian Fellowes, ambientata durante la fine dell’età edoardiana, dopo la morte di Edoardo VII, nella tenuta fittizia di Downton Abbey nello Yorkshire. È diventata una delle serie drammatiche britanniche in costume di maggior successo ed è entrata addirittura nel Guinness dei primati 2011 come show dell’anno più acclamato dalla critica; inoltre ha vinto molti premi prestigiosi. La storia ruota attorno all’aristocratica famiglia Crawley e ai suoi servitori a partire dal 15 aprile 1912, data di affondamento dell’RMS Titanic. Alla notizia della tragedia, la famiglia Crawley è sconvolta nell’apprendere che il cugino del conte, James Crawley, e suo figlio Patrick, sono deceduti durante il naufragio. Nuovo beneficiario diventa il giovane Matthew, cugino di terzo grado della famiglia e avvocato a Manchester, ma i Crawley non sono affatto contenti che i loro averi finiscano nelle mani di qualcuno che “lavora”. Con un cast di personaggi davvero ampio, troviamo (tra i tanti) Robert Crawley/Conte di Grantham (Hugh Bonneville), Lady Sybil Branson (Jessica Brown-Findlay,) Lady Edith Crawley (Laura Carmichael), Charles Carson (Jim Carter), John Bates (Brendan Coyle), Violet Crawley/Contessa Madre di Grantham (Maggie Smith), Matthew Crawley (Dan Stevens) e molti altri.

Dr. House – Medical Division

Dr. House – Medical Division (House, M.D.) è una serie televisiva ideata da David Shore e Paul Attanasio e trasmessa dal 2004 al 2012. La serie ruota attorno alle vicende del dottor Gregory House (Hugh Laurie), un medico dotato di grandi capacità, ma che segue regole tutte sue. House è un uomo davvero geniale, ma che non si fa comandare da nessuno; inoltre è dipendente dal Vicodin poiché zoppo ad una gamba, una menomazione dovuta ad un infarto. Dr. House è stato acclamato dalla critica ed è stato lo show più seguito al mondo nel 2008. La serie ha ricevuto diversi premi, tra cui 3 Emmy Awards, ha avuto, inoltre, un impatto a livello culturale ("il fenomeno House"), fornendo motivi di riflessione filosofica, etica e religiosa relativi al campo della medicina e della deontologia. Il resto del cast, nel corso delle varie stagioni, era composto dai seguenti personaggi: Lisa Cuddy (Lisa Edelstein), James Wilson (Robert Sean Leonard), Eric Foreman (Omar Epps), Robert Chase (Jesse Spencer), Allison Cameron (Jennifer Morrison), Chris Taub (Peter Jacobson), Remy "Tredici" Hadley (Olivia Wilde), Lawrence Kutner (Kal Penn).

E alla fine arriva mamma!

E alla fine arriva mamma!, conosciuta per lo più con il titolo originale di
How I Met Your Mother, è una sitcom statunitense creata da
Craig Thomas e
Carter Bays, andata in onda dal 2005 al 2014. La serie racconta le vicende sociali e sentimentali di cinque amici: Ted Mosby (
Josh Radnor nel presente e
Bob Saget nel futuro), Marshall Eriksen (
Jason Segel), Robin Scherbatsky, (
Cobie Smulders), Barney Stinson (
Neil Patrick Harris), Lily Aldrin (
Alyson Hannigan), più Tracy McConnell (
Cristin Milioti), che entra nel cast molto dopo. La serie si divide tra presente e futuro, periodo nel quale Ted racconta ai suoi figli come ha conosciuto la loro mamma, e tutte le stagioni ruotano attorno al presente durante la sua ricerca disperata dell’anima gemella; intanto, attorno a lui si snodano le vicende dei giovani innamorati Marshall e Lily, del donnaiolo Barney e di Robin, molto più di un’amica per Ted. HIMYM è stata criticata positivamente, contiene al suo interno moltissime citazioni e riferimenti ad altre opere e lei stessa viene citata e subisce parodie da parte di altri show.

Firefly

Firefly, altra serie di Joss Whedon, è una serie televisiva western-fantascientifica del 2002. Nonostante sia stata cancellata dopo solo quattordici episodi, molti la ritengono una serie da vedere assolutamente. Firefly racconta la storia del sergente Malcom Raynolds (Nathan Fillion) e la sua compagna d’armi Zoe Washburne (Gina Torres) che, dopo la vittoria dell’Alleanza durante la guerra civile, iniziano una vita come commercianti/contrabbandieri con la nave da trasporto di classe Firefly, battezzata Serenity, con l’obiettivo di integrarsi il meno possibile nella società imposta dai nuovi governanti. L’equipaggio è formato anche dal meccanico Kaylee Frye (Jewel Staite), il pilota Hoban "Wash" Washburne (Alan Tudyk), marito di Zoe, il mercenario Jayne Cobb (Adam Baldwin) e Inara Serra (Morena Baccarin). Per racimolare i soldi per i rifornimenti, l’equipaggio deve accettare anche lavori illegali, come furti e contrabbando.

Friends

Friends è una delle sitcom americane più famose di tutti i tempi ed è difficile trovare qualcuno che non ne abbia visto almeno un episodio. Ma l’intera serie, composta da dieci stagioni, l’hanno vista tutti? Per coloro che non hanno avuto il piacere, sappiate che è stata creata da David Crane e Marta Kauffman, e trasmessa dal 1994 al 2004. La serie ruota attorno a un gruppo di sei eccentrici amici che vivono a Manhattan: Rachel Green (Jennifer Aniston), Monica Geller (Courteney Cox), Phoebe Buffay (Lisa Kudrow), Joey Tribbiani (Matt LeBlanc), Chandler Bing (Matthew Perry) e il fratello di Monica, Ross (David Schwimmer). Friends aveva ascolti ottimi ed era molto amata negli Stati Uniti, ma anche nel resto del mondo, inoltre ne è stato tratto uno spin-off dedicato interamente al personaggio di Joey, intitolato appunto Joey, in cui l’uomo si trasferisce a L.A. dopo che tutti i suoi amici hanno messo su famiglia. La serie ha inoltre reso celebre la Aniston, che ha varcato la soglia di Hollywood grazie al suo successo.

Fringe

Fringe è una serie tv di fantascienza che molti hanno amato. Prodotta dal 2008 al 2013 e ideata da
J.J. Abrams, Alex Kurtzman e
Roberto Orci, la serie segue le vicende della divisione Fringe dell’FBI di Boston, che opera sotto la supervisione del Dipartimento della Sicurezza Interna degli Stati Uniti. Il tutto ha inizio quando viene affidato il caso del volo internazionale 627, partito da Amburgo e atterrato a Boston con tutti i passeggeri e i componenti dell’equipaggio morti, all’agente dell’FBI Olivia Dunham (
Anna Torv). La donna chiede aiuto ad uno scienziato, il Dr. Walter Bishop (
John Noble), che conduceva esperimenti per il Governo all’interno di un ramo della scienza chiamata "Fringe" (che comprende fenomeni paranormali). L’uomo era stato rinchiuso in un istituto psichiatrico a seguito di un incidente, così Olivia parte per l’Iraq in cerca di suo figlio Peter (
Joshua Jackson), l’unico parente che può aiutare il padre ad uscire dall’istituto. Il trio si forma e i tre indagano sui casi del cosiddetto “Schema”, mentre vengono comandati dall’agente della Sicurezza Nazionale, Phillip Broyels (
Lance Reddick). Nasce così la
Divisione di Fringe che si occupa della fringe science. Ma lo "Schema" non è che la punta dell’iceberg. Per la trama e i temi trattati, la serie è stata spesso paragonata a
X-Files.

Glee

Credits Fox

Una delle serie tv più giovani di questa lista (2009-2015) è sicuramente Glee. Se siete appassionati di musica e recitazione, non potete aver perso questa serie ideata da Ryan Murphy, Brad Falchuk, e Ian Brennan. Glee ruota attorno al liceo McKinley in cui chi canta, è bravo a scuola e non fa sport, viene emarginato come in tutti i licei. Ma i protagonisti trovano rifugio nel Glee Club, un club che permette di esprimere le doti artistiche nascoste dei suoi componenti, e con il tempo vede aggiungersi anche giocatori di football e cheerleaders. I personaggi che vediamo sono: l’nsegnante di spagnolo Will Schuester (Matthew Morrison), la coach delle cheerleader Sue Sylvester (Jane Lynch), la psicologa scolastica Emma Pillsbury (Jayma Mays) e dieci membri del club, interpretati da Dianna Agron (Quinn Fabray), Chris Colfer (Kurt Hummel), Kevin McHale (Artie Abrams), Lea Michele (Rachel berry), Cory Monteith (Finn Hudson), Amber Riley (Mercedes Jones), Mark Salling (Noah “Puck” Puckerman), Naya Rivera (Santana Lopez), Heather Morris (Brittany S. Pierce) e Jenna Ushkowitz (Tina Cohen-Chung). Nel corso delle stagioni si aggiugono altri personaggi. La serie è stata molto acclamata per le musiche, le canzoni e le coerografie, e gli attori/cantanti hanno anche inciso vari dischi e fatto concerti in tutto il mondo durante il “fenomeno Glee”. Una serie tv che va sicuramente contro ogni forma di discriminazione, in cui tutti sono uguali e possono sentirsi a casa.

I segreti di Twin Peaks

Serie cult degli anni ’90 (1990-1991), I segreti di Twin Peaks (conosciuta anche come Twin Peaks), è un telefilm ideato dal regista David Lynch e da Mark Frost, che ha avuto solo due stagioni, ma che rappresenta una delle serie tv più influenti del panorama telefilmico. La storia ruota attorno all’omicidio di Laura Palmer (Sheryl Lee), avvenuto nella cittadina montana di Twin Peaks. La ragazza era figlia dell’avvocato Leland (Ray Wise), e il ritrovamento del suo cadavere sconvolge la tranquillità apparente di questa cittadina avvolta nel mistero. Le indagini sono affidate alla polizia e anche all’agente speciale dell’FBI Dale Cooper (Kyle MacLachlan) e permettono di far affiorare il lato oscuro del luogo e dei suoi abitanti. Trattandosi di un’opera di Lynch, la serie non può essere inserita in un vero e proprio genere, ma si può notare, guardandola, quanto sia tinta di umorismo e surrealismo, tipici tratti del regista. Nonostante le due sole stagioni, le serie ricevette, tra i vari premi, 2 Emmy Awards e 18 nomination, e 3 Golden Globes su 4. La serie è citata in molte opere e ne sono state tratte varie parodie. A distanza di diciassette anni, verrà riproposto un sequel ambientato venticinque anni dopo.

I Soprano

I Soprano (The Sopranos) è una serie tv trasmessa dal 1999 al 2007, l’ideatore e produttore è lo sceneggiatore
David Chase.
I Soprano racconta la vita di Tony Soprano (
James Gandolfini), boss della mafia italoamericana del New Jersey soggetto ad attacchi di panico che lo portano da una psicoanalista, alla quale confida ben presto i suoi turbamenti legati alla famiglia, in particolare, parla del terribile rapporto con la madre Livia (
Nancy Marchand). L’uomo ha anche un complesso legame con la moglie Carmela (
Edie Falco), i figli adolescenti e lo zio, che non lo considera come boss e lo contrasta in ogni modo. Inoltre deve fronteggiare l’FBI che gli sta alle costole, i traditori della sua stessa famiglia e boss di famiglie rivali in ascesa.
I Soprano ha ricevuto tutti i principali premi televisivi, diventando ben presto una serie cult negli USA e il punto di riferimento di altre serie HBO. Acclamata dalla critica, la serie è diventata un’opera della cultura pop senza precedenti.

E con
I Soprano concludiamo questa prima parte di serie tv che non potete non aver visto. Quali conoscevate?

Vi diamo appuntamento alla prossima con la seconda parte di questa lista!