Le statue raccontano Milano durante il coronavirus

Nel cortometraggio di Massimiliano Finazzer Flory 19 statue prendono vita e parlano di noi e dell'emergenza covid19

In una Milano deserta e silenziosa, ripresa dall’alto da un drone che cattura la sua bellezza, anche le statue hanno qualcosa da dire sulla situazione di emergenza che stiamo vivendo. Leonardo da Vinci in piazza Scala si interroga sul silenzio del grande teatro, san Francesco invoca aiuto a Dio e Alessandro Manzoni ci critica per averlo dimenticato.

Dal tetto del Duomo, la Madonnina ha nostalgia della frenesia di Milano: “Ci piacevi proprio così e ora mi manchi”. “Ali dorate” è il titolo del trailer che annuncia un cortometraggio scritto e diretto da Massimiliano Finazzer Flory. La statua di Giuseppe Verdi, infine, ha una parola di conforto: “Tornate all’antico, sarà un progresso. E camminerete di nuovo sotto il nostro sguardo. Il tempo guarirà tutto”.