L’hotel degli amori smarriti, un brillante racconto coniugale

Recensione, trama e trailer del film diretto da Christophe Honoré e distribuito da Officine Ubu al cinema 20 febbraio

L’hotel degli amori smarriti (Chambre 212), regia di Christophe Honoré, ha come protagonisti Chiara Mastroianni, Vincent Lacoste, Benjamin Biolay, Camille Cottin, e Carole Bouquet. Arriva al cinema il 20 febbraio distribuito da Officine Ubu. Ecco recensione, trama e trailer.

IL FATTO. Dopo vent’anni di matrimonio, Richard scopre che Maria lo tradisce. Lei decide di lasciare casa e di trasferirsi nell’hotel di fronte, dal quale avrà una vista privilegiata sul suo appartamento, su Richard e sul loro matrimonio. Nella stanza 212 Maria riceverà delle visite inattese dal suo passato, con le quali rivivrà i ricordi di amori sognati e perduti in una magica notte che le cambierà la vita.

L’OPINIONE. Guardando al cinema di Sacha Guitry, Ingmar Bergman e Woody Allen, Honoré in L’hotel degli amori smarriti confeziona un ironico, brillante e originale racconto coniugale e mette in scena i pensieri della protagonista impegnata a fare i conti con le persone che abitano la sua vita, i suoi ricordi e che prendono corpo in diverse fasi della propria esistenza.

SE VI È PIACIUTO GUARDATE ANCHEL’orribile verità di Leo Mc Carey che ha molto ispirato il regista.

Il TRAILER del film L’hotel degli amori smarriti