LONDRA: L’ECCEZIONALE OMAGGIO A “I, DANIEL BLAKE” DI KEN LOACH

Io, Daniel Blake, il nuovo capolavoro di Ken Loach vincitore della Palma d’Oro allo scorso Festival di Cannes, in soli tre giorni in sala ha conquistato il box office con la media schermo più alta appena sotto quella d’Inferno di Ron Howard: per noi è il Colpo di Fulmine della settimana, un film assolutamente da non perdere. E anche la città di Londra gli ha voluto tributare uno speciale omaggio, proiettando la scritta “I, Daniel Blake” sulla facciata del palazzo di Westminster

Del resto Ken Loach, 80 anni (a fianco in una foto di qualche anno fa con Ciak), rimane il maestro del cinema civile britannico e il regista più potente nel raccontare la quotidianità della gente comune. Questa volta, insieme allo sceneggiatore Paul Laverty, racconta l’odissea burocratica di Daniel (Dave Johns), falegname di 59 anni che non può più lavorare a causa di un infarto ma che, per una valutazione sbagliata dell’ente sanitario, non percepisce né l’indennità di malattia né può chiedere il sussidio di disoccupazione. Una delle tante aberrazioni amministrative del sistema britannico che getta nella disperazione anche la mamma disoccupata Katie (Hayley Squires): entrambi vogliono solo essere trattati con dignità e riconosciuti come cittadini che hanno diritto a un lavoro e a una vita dignitosa. Dal loro casuale incontro in un centro d’impiego nascerà un legame molto forte e speciale che darà loro coraggio mentre tutto sembra beffardamente complicato.

Guarda il trailer di Io, Daniel Blake >>

Leggi la recensione di Io, Daniel Blake >>