Lost in Space, l’odissea familiare targata Netflix

LOST IN SPACE

Dopo Altered Carbon e The Cloverfield Paradox Netflix punta ancora sulla fantascienza con Lost in Space. Lo show, disponibile in streaming dal 13 aprile, è una rivisitazione dell’omonima serie Tv americana degli anni ’60. Scritta da Matt Sazama e Burk Sharpless sotto la supervisione dello showrunner Zack Estrin, Lost in Space racconta le avventure della famiglia Robinson, scelta per iniziare una nuova vita nello spazio.

Lost in Space
Lost in Space

Improvvisamente i futuri coloni si ritrovano fuori rotta nel viaggio verso la loro nuova casa e sono costretti a lavorare insieme per sopravvivere in un pericoloso ambiente alieno. Lontani anni luce dalla loro destinazione, i Robinson dovranno anche gestire i difficili equilibri familiari. Non mancheranno i problemi coniugali tra John (Toby Stephens) e
Maureen (Molly Parker, già nel cast di House of Cards) e i conflitti tipici dell’adolescenza vissuti dai loro tre figli, interpretati da Taylor Russell, Mina Sundwall e il piccolo Max Jenkins.

Lost in Space
Lost in Space

Chi ama i film e le serie Tv dedicati alla corsa allo spazio troverà in Lost in Space
una fonte di divertimento che regala una storia complessa quanto avvincente tra buoni effetti speciali e importanti riferimenti cinematografici. Distante da 2001, Odissea nello spazio, lo show pesca a piene mani nell’immaginario fantascientifico creato da Steven
Spielberg con film cult come Incontri ravvicinati del terzo tipo e E.T. – L’extra-terrestre. Il legame che si crea tra il curioso e sensibile Will Robinson (il più giovane componente
della famiglia) e un misterioso robot  alieno dalle caratteristiche umane ricorderà agli spettatori più cinefili l’amicizia speciale che unisce Elliott e il tenero E.T..

Lost in Space
Lost in Space

Ma la serie va anche oltre i classici del grande schermo per lanciare messaggi fondamentali alle nuove generazioni, come l’importanza della tutela dell’ambiente, la fallibilità della
tecnologia che domina la nostra vita e il valore della diversità. Tematiche attuali sviluppate dalla narrazione senza sacrificare il ritmo e la tensione. E a cinquant’anni dalla chiusura dello show originale, i personaggi sono stati aggiornati per essere al passo con i tempi, così il nuovo Lost in Space regala al pubblico una protagonista di grande  spessore: Maureen è un’affermata ingegnere aerospaziale che porta la sua famiglia nello spazio per garantire a tutti l’opportunità di sopravvivere. Quando le cose non vanno come previsto, la donna
affronta ogni avversità con la forza della ragione, facendo da contraltare al marito tutto muscoli. Morale della favola? Affidiamo il futuro alle donne, perché anche nelle situazioni più difficili sapranno affrontare i problemi con caparbietà e tenacia.