ADDIO AL COMPOSITORE MANUEL DE SICA

Manuel De Sica
Manuel De Sica col papà Vittorio De Sica

Si è spento questa mattina nella sua Roma, all’età di 65 anni, il compositore Manuel De Sica. A dare la notizia l’ufficio stampa del fratello minore Christian. Nato dall’amore tra Vittorio De Sica e l’attrice Maria Mercader, Manuel aveva dimostrato un’interesse e una passione per le sette note già da giovanissimo, frequentando, parallelamente al liceo classico, il Conservatorio di Santa Cecilia.

Tra le prime esperienze musicali c’è anche un gruppo beat, i The Ancients, che pubblicò due soli singoli ma permise al giovane musicista di far conoscere il suo nome e capire che tipo di direzione dare alla sua carriera. Arrivano quasi subito, infatti, le prime composizioni da camera pubblicate dalla Ricordi e il debutto ufficiale come compositore di colonne sonore con Amanti, pellicola del 1968 diretta dal padre.

Il giardino dei Finzi Contini
Il giardino dei Finzi-Contini

Quella con Vittorio De Sica fu una collaborazione costante che lo portò a realizzare svariate partiture originali per altrettanti film (Lo chiamarono Andrea, Una breve vacanza, Il Viaggio) compreso il bellissimo Il Giardino dei Finzi-Contini, tratto dall’omonimo romanzo di Giorgio Bassani, la cui colonna sonora gli valse la nomination all’Oscar nel 1970. Nel 1974 debutta dietro la macchina da presa dirigendo L’Eroe, film tv al quale prende parte anche il padre Vittorio senza dimenticare però il suo primo amore. Continua, infatti, a realizzare colonne sonore per registi come Dino Risi (Caro papà, Sono fotogenico) e Luigi Comencini (Cuore) riscuotendo inoltre il riconoscimento del suo talento venendo premiato dalla stampa estera con il Globo d’oro, nel 1989, per Ladri di Saponette di Maurizio Nichetti e vincendo il Nastro d’Argento per Al lupo, al lupo di Carlo Verdone nel ’92 seguito da un David di Donatello per Celluloide di Carlo Lizzani nel 1996.

Le sue canzoni sono state cantate da alcune delle più importanti voci jazz del panorama musicale internazionale (Ella Fitzgerald, Dee Dee Bridgwater) e le sue composizioni eseguite da musicisti del calibro del violinista Salvatore Accardo. Alla sua attività lavorativa ha sempre accostato quella in favore della salvaguardia e del restauro delle pellicole del padre e delle opere musicali, contribuendo in prima persona grazie alla fondazione dell’Associazione Amici di Vittorio De Sica e dell’Associazione Musica Retrovata.

Il suo illustre collega Ennio Morricone ha voluto celebrare Manuel De Sica con un commosso ricordo: «Aveva una grande fantasia e cercava continuamente di migliorarsi, consapevole della responsabilità che ha chi compone colonne sonore per l’opera di qualcun altro, il regista ».

Manuela Santacatterina

Nessun Articolo da visualizzare