ANGELINA JOLIE, IL CORPO DI CUI SI CHIACCHIERA TROPPO

Ennesimo allarme per l’attrice: è comparsa a Londra decisamente troppo magra.Â È anoressica? Non lo è? Storia di una delle attrici più tormentate (e dei corpi più chiacchierati) del cinema

angelina jolie
Le ultime foto di Angelina Jolie a Londra

L’abbiamo conosciuta come una Lara Croft curvy e ammaliante dalla lunga chioma d’ebano su un corpo fiorente, ma oggi tende ad assomigliare sempre più a Malefica, la fata dark di Walt Disney. Volto sempre più pallido e corpo sempre più filiforme. E così, il sito di gossip Radar Online lancia l’allarme  anoressia e chiama in aiuto i nutrizionisti che, in base alle immagini, ipotizzano addirittura un peso di 35 kg. Che sia esatto o meno, di fatto le ultime foto di Angelina Jolie durante il suo viaggio a Londra hanno lasciato perplessi molti che si chiedono se sia malata. Un cambiamento notevole soprattutto se paragoniamo le foto recenti alla star americana del nostro immaginario che non ha mai perso la sensualità e lo splendore della femme fatale. 

Angelina Jolie non ha mai voluto parlare apertamente dei suoi problemi con il cibo, sebbene diversi tabloid in passato avessero già vociferato di anoressia e affermato che l’attrice da giovane era stata ricoverata in cliniche specializzate. Certamente dalla morte della madre, nel 2007, l’attrice ha iniziato a perdere costantemente peso, senza riuscire a riprendersi. Inoltre, una doppia mastectomia nel 2013 e un intervento di ovariectomia nel 2015 ha segnato la donna eletta più bella del mondo dal magazine People nel 2004.

Turbolenta, non solo nel fisico, l’attrice americana lo è da sempre. Il lato oscuro dell’attrice emerge già alle scuole elementari, poco dopo il debutto nello spettacolo al fianco del papà Jon Voight, l’Academy Actor che aveva trionfato con Un uomo da marciapiede (1969). Angelina inizia a collezionare coltelli, ma allo stesso tempo organizza anche una campagna studentesca a favore dell’insegnante di ginnastica che rischia di essere ingiustamente licenziato.

by-the-sea
By the Sea

Un’anima duplice, bad girl ma anche angelo ambasciatore di pace. Trasgressiva, controversa, complessa. È per quel suo fascino che viene scelta da James Mangold per Ragazze interrotte nelle vesti della sociopatica Lisa Rowe. Una perfomance spiazzante che riuscì perfino a rubare l’Oscar come miglior attrice non protagonista a una veterana come Winona Ryder. 

Poi in Cambogia nel 2001 ritrova lo spirito d’avventura della sua Lara Croft di Tomb Raider e diventa ambasciatrice delle Nazioni Unite per dedicarsi alle missioni umanitarie di tutto il mondo. La storia ispira il regista Martin Campbell per il suo Amore senza confini. Nel 2008 Clint Eastwood la sceglie per uno dei ruoli più delicati della sua carriera, la madre che si ribella alla polizia corrotta per cercare il figlio rapito in Changeling, lo stesso anno torna action in Wanted. E noi, da lì, fino all’ultimo By the Sea a fianco del marito Brad Pitt, iniziamo ad abituarci a vederla sempre più magra sui red carpet internazionali, nonostante le sue maschere sul set ci tranquillizzino.

Francesca Ferri

 

Nessun Articolo da visualizzare