”ANT-MAN”: L’INCOSCIENZA DEL PICCOLO, GRANDE SUPEREROE

Sarebbe dovuto essere il primo supereroe del Marvel Cinematic Universe, invece Ant-Man avrà l’importante compito di chiudere la Fase Due e preparare il terreno alla rivoluzionaria Fase Tre dei Marvel Studios. Ecco il nostro speciale sull’eroe che non sapeva di essere super!

Ant-ManDove eravamo rimasti? Ultron è stato sconfitto, Tony Stark è tornato dalla sua Pepper e Captain America ha messo su una nuova squadra di Avengers che, tra poco, vedrà arrivare un nuovo supereroe. Di chi parliamo? Naturalmente del piccolo, grande Ant-Man che, nel suo (primo) film stand alone – in uscita il 12 agosto, ma in USA è già in sala – irrompe sul grande schermo con una pellicola ad alto tasso di spettacolarità e humour. Insomma, in Ant-Man ci sono gli elementi fondamentali che hanno contraddistinto nel tempo tutte le pellicole dei Marvel Studios. Ma non è tutto. Infatti, chi pensa che Ant-Man sia un film ”secondario” si sbaglia: è dai tempi di Iron Man (2008), Hulk (2008), Thor (2011) e Captain America – The First Avengers (2011) che la Marvel non dedicava un’intera opera ad un solo supereroe, introducendolo ufficialmente nel sempre più grande Marvel Cinematic Universe. E c’è di più perché al film, interpretato da Paul Rudd, Michael Douglas, Evangeline Lilly, Corey Stoll e diretto da Peyton Reed, è stato affidato il compito di concludere la Fase Due. Prima era toccato solo all’apprezzato The Avengers (2012), che aveva chiuso la remunerativa e introduttiva Fase Uno. Se dai grandi poteri derivano grandi responsabilità, allora Ant-Man affronta queste responsabilità con la certezza di essere un cinecomics atipico e quasi incosciente, ma fondamentale per il piano della Marvel che, dal prossimo film in programma, Captain America: Civil War (maggio 2016), cambierà totalmente le regole del gioco.

LA STORIA

Ant-ManAnt-Man ha per protagonista Scott Lang (Paul Rudd), un abile ladro dal cuore d’oro che, vestendo la speciale tuta miniaturizzante creata dal Dottor. Hank Pym (Michael Douglas), fornisce la sua scaltra abilità per difendere il mondo dalla minaccia di Darren Cross (Crey Stoll), uno scienziato senza scrupoli che vuol utilizzare la tecnologia di Ant-Man a scopi militari. Tra senso paterno, un passato di cui non andare fieri e la consapevolezza di potersi riscattare, Lang formerà una speciale squadra composta da Luis (Michael Pena), Dave (T.I. Harris) e Kurt (David Dastmalchian) e, insieme, si metteranno sulle tracce di Cross, diventato il temibile Calabrone.

UNA PRODUZIONE TRAVAGLIATA

Ant-ManIncredibile ma vero: Ant-Man sarebbe dovuto essere il primo film del Marvel Cinematuc Universe, nonché uno dei primissimi cinecomics, in quanto il progetto era al vaglio sin dalla fine degli anni Ottanta. Poi, dopo anni di ”letargo”, nel 2003 Edgar Wright e Joe Cornish scrissero un iniziale trattamento e nel 2006, i Marvel Studios, incaricarono i due di portare avanti il film, che avrebbe aperto il MCU. Le cose andarono però a rilento e, dopo innumerevoli bozze di sceneggiatura, solo nel 2013 prese il via la produzione, con l’ufficialità di Paul Rudd nei panni del protagonista. Ma, ad un anno dalla release altra doccia fredda: Edgar Wright abbandona la regia, Adam McKay e Paul Rudd (ri)mettono mano alla sceneggiatura e il regista Peyton Redd impugna il timone, con uno slittamento delle riprese che spinge l’attore Patrick Wilson ad abbandonare la pellicola. Nonostante le difficoltà, la lavorazione del film si è conclusa nel marzo scorso, quando l’interprete Hayley Atwell ha annunciato di aver girato alcune scene aggiuntive nei panni della mitica Peggy Carter.

DAL FUMETTO AL GRANDE SCHERMO

Ant-ManIl personaggio di Ant-Man, creato da Jack Kirby e Stan Lee, è comparso per la prima volta nel 1962, su Tales to Astonish #27. Oltre la capacità di rimpicciolire, Ant-Man, mediante un caschetto speciale, riesce a comandare le formiche, così da creare dei veri e propri eserciti. Nel corso degli anni sono apparsi tre diversi Ant-Man: Henry Pym, Scott Lang ed Eric O’Grady. Pym è stato lo scienziato che riuscì ad inventare il siero miniaturizzante; Lang, invece, apparso sulle pagine dei fumetti nel ’79, è un uomo comune che, per salvare la figlia malata, ruba il costume di Pym, per poi essere assolto dallo stesso divenendo Ant-Man; infine O’Grady, un agente dello SHIELD, che cominciò ad utilizzare l’identità del ”piccolo” eroe solo nel 2006.

 

 

 

IL DOPO ANT-MAN E LA FASE TRE

Ant-ManAnt-Man, ovviamente ancora interpretato da Paul Rudd, tornerà nell’attesissimo Captain America: Civil War, tratto dalla pluri-premiata serie scritta da Mark Millar e disegnata da Steve McNiven. Civil War, oltre ad essere il terzo film di Captain America, sarà anche il primo della Fase Tre, quella che, a detta di Kevin Feige, produttore e presidente della Marvel Studios, avrà una forte impronta drammatica. Nel film, dove i supereroi si divideranno in fazioni, ci sarà anche il nuovo Spider-Man e farà la sua comparsa Black Panther, prima dei film a loro dedicati che riempiranno la Fase Tre insieme a Doctor Strange, Guardians of the Galaxy 2, Thor: Ragnarok, Captain Marvel, Inhumans e Avengers: Infinity War, diviso in Part 1 e Part 2.

Damiano Panattoni

Nessun Articolo da visualizzare