BOX OFFICE: BILANCIO DEL NATALE AL CINEMA

Mentre continua la folle corsa di Si accettano miracoli, che nella giornata di ieri ha aggiunto 1,2 milioni di euro al proprio incasso giunto complessivamente a 9,3 milioni, con la festività della Befana si può tracciare un primo, quasi definitivo bilancio del Natale cinematografico 2014. In attesa di verificare il risultato finale di Siani, il provvisorio campione delle festività 2014-15 si laurea Lo Hobbit: la battaglia delle cinque armate, che ha rastrellato 13 milioni di euro, superando di poche incollatura Il ricco, il povero e il maggiordomo che ne ha totalizzati 12,7. Da notare tuttavia che quanto a biglietti venduto l’esito del confronto si inverte: 1,8 milioni di spettatori per Aldo, Giovanni e Giacomo; 1,7 per Lo Hobbit. Il risultato del terzo capitolo delle saga di Tolkien è leggermente superiore al precedente episodio, La desolazione di Smaug, che si era fermato a 12,8 milioni, ma mattamente inferiore al primo capitolo Un viaggio inaspettato, che, nella stagione 2012-13, aveva raggiunto quota 16,4 milioni. Anche il risultato di Aldo, Giovanni e Giacomo, benché positivo e molto soddisfacente in particolare rispetto agli esiti degli altri più tradizionali cinepanettoni autarchici, è comunque lontanissimo dall’esito del precedente film del trio La banda dei Babbi Natale, che, quattro anni fa, superò i 21 milioni. Che l’antica ricetta del cinepanettone non incontri più i gusti del grande pubblico lo confermano i dati di Un Natale stupefacente, sotto i 6 milioni di euro, contro gli 11 ottenuti solo un anno fa da Colpi di fortuna, sempre produzione De Laurentiis con Lillo & Greg e l’ancora più modesto esito di Ma tu di che segno 6?, incasso 3,8 milioni, superato anche da Il ragazzo invisibile, che ha raggiunto 4,3 milioni. Sempre a proposito di confronti negativi il pur più che discreto esito di Big Hero 6, 8,2 milioni, è comunque imparagonabile all’animazione Disney dello scorso anno Frozen, che arrivò ad oltre 19 milioni. Quanto a L’amore bugiardo, che ha totalizzato 6,4 milioni, resta il dubbio che se il film fosse uscito in contemporanea con le altre date internazionali ovvero in autunno avrebbe potuto incassare anche qualcosa di più. In definitiva le sorprese più liete delle festività di fine anno sono arrivate dai film usciti il 1 gennaio: il già citato Si accettano miracoli e il non meno miracoloso American Sniper, il cui andamento continua ad essere sorprendente: oltre un milione di euro incassati nel giorno della Befana per un totale che già sfiora gli 8 milioni.

Franco Montini

Nessun Articolo da visualizzare