BOX OFFICE: I SIMPATICI ABITANTI DI “ZOOTROPOLIS” BALZANO IN TESTA ALLA CLASSIFICA

L’animazione continua a conquistare consensi, confermandosi il genere principe della stagione. Alla lista dei grandi successi, mi riferisco ai quattro titoli presenti nella top ten, si aggiunge ora anche Zootropolis, che, alla seconda settimana di programmazione, nel week end conquista il vertice del box office, addirittura migliorando la propria performance rispetto all’esordio.c, con 615 schermi occupati, incassa fra giovedì e domenica 3,1 milioni di euro, per un totale che in 11 giorni è arrivato a 6,6 milioni. Alle spalle di Zootropolis, con una andamento che continua ad essere quanto mai positivo, si piazza Perfetti sconosciuti, che, con 513 copie, rastrella 2,6 milioni. Il film di Paolo Genovese è già arrivato a quota 11,2 milioni ed è al settimo posto assoluto nella classifica stagionale, con ottime possibilità di scalare almeno altre due posizioni. A completare il vertice del week end un terzo film che era ugualmente già in programmazione: Deadpool con 1,7 milioni per 414 copie e un totale arrivato a 5,6 milioni. Il fantasy americano sta ottenendo un buon risultato, ma si conferma la regola secondo cui i blockbaster di effetti speciali in Italia ottengono, anche proporzionalmente, risultati inferiori rispetto al mercato Usa e agli mercati europei. La prima novità in classica nel weekend è Tiramisù, che, lanciato con 392 copie, ha incassato 1,1 milioni di euro. Nella media schermo ha tuttavia fatto meglio dell’esordio in regia di Fabio De Luigi Lo chiamavano Jeeg Robot che ha sfiorato 800 mila euro con 135 copie in meno. Si difendono bene anche The Danish Girl e Il caso Spotlight, rispettivamente già a 2,3 e 1,5 milioni incassati in due settimane. In entrambi i casi, ma in particolare per Spotlight, vincitore dell’Oscar per il miglior film, le notizie arrivate da Los Angeles dovrebbero funzionare come volano per incrementare interesse e incassi.

Franco Montini

Nessun Articolo da visualizzare