BOX OFFICE: “LO HOBBIT” E “L’AMORE BUGIARDO” BATTONO I CINEPANETTONI

Cinque giorni di programmazione sono stati sufficienti a Lo hobbit: la battaglia delle cinque armate per diventare il film di maggior incasso fra le uscite natalizie. Con 646 copie in programmazione, il fantasy di Peter Jackson ha fatto registrare medie schermo altissime, considerando che nel week end precedente il Natale la corsa al regalo debilita il mercato cinematografico. Questo conclusivo capitolo della trilogia tolkieniana, che ha già rastrellato 4,6 milioni di euro, appare destinato a superare anche l’exploit del precedente episodio, La desolazione di Smaug, che a fine sfruttamento arrivò a 12,8 milioni di euro. Quanto alla altre novità, decisamente inferiore ai numeri di esordio fatti registrare un anno fa da Frozen è il risultato dell’immancabile animazione natalizia della Disney: in quattro giorni, da giovedi a ieri, con 505 copie in programmazione, Big Hero 6 ha infatti incassato 1,3 milioni di euro piazzandosi al terzo posto nella classifica al botteghino del fine settimane. Frozen aveva incassato un milione in più. Al contrario è decisamente positiva la partenza de L’amore bugiardo-Gone Girl, che nonostante il divieto ai 14 anni, ha sfiorato il milione di euro con 299 copie, facendo registrare, dopo Lo Hobbit, la migliore media schermo. Quanto alla produzione nazionale finora c’è un netto vincitore: è Il ricco, il povero e il maggiordomo, secondo incasso assoluto del week end appena trascorso con 1,5 milioni di euro. Nonostante l’uscita di molti titoli attesi, il film di Aldo, Giovanni e Giacomo ha perso solo il 37% rispetto al fine settimana di esordio ed ha complessivamente già totalizzato 4,4 milioni di euro. Deludenti, anzi decisamente negativi i numeri degli altri film italiani delle festività: Un Natale stupefacente con 487 copie in circolazione non raggiunge gli 800mila euro, peggior risultato in assoluto per un cinepanettone De Laurentiis, mentre arretra fortemente rispetto alla settima di esordio Ma tu di che segno 6? che perde oltre la metà degli incassi e fa registrare un totale di 1,8 milioni di euro. Non sfonda neppure Il ragazzo invisibile, al sesto posto negli incassi del fine settimana con 650mila euro per 388 copie. Complessivamente per il cinema italiano il bilancio, al momento, appare decisamente sotto le abituali medie natalizie.

Franco Montini

Nessun Articolo da visualizzare